Roma, 22 feb  –  Siamo a Parma. Su un muro in mattoni della città, è apparsa una scritta di minacce rivolta al vicepremier Matteo Salvini dalle parole inequivocabili: “Spara a Salvini e mira bene”. 

Commenta così la notizia il leader della Lega condividendo la foto del murales sui social:  “Sono indignato per questa istigazione alla violenza, ovviamente non mi fanno paura e mi aspetto condanna da tutto il mondo della politica, della cultura e dell’informazione. Vedremo…”

Stefano Candiani e Nicola Molteni, i due sottosegretari leghisti all’Interno, commentano così la vicenda: “Questo è il risultato della campagna denigratoria con cui certa sinistra cerca in tutti modi di colpire Matteo Salvini. Ci ricordiamo bene i cattivi maestri che risultati hanno portato anni fa. E sentire alcuni pseudo intellettuali di sinistra bollare Salvini e la Lega come il male assoluto, per avere ripristinato la legalità sgombrando un centro sociale dove si nascondono terroristi e criminali o per avere fermato il traffico di clandestini fatto da scafisti e mafiosi, porta poi a questi risultati” dice Candiani.

Molteni, invece, commenta: “Le minacce infami e indegne rivolte a Salvini non ci faranno indietreggiare di un millimetro. Stiamo investendo come mai accaduto in passato in sicurezza, in controllo del territorio, con fondi per la sicurezza e oltre 2.7 miliardi di euro stanziati per assumere poliziotti da mandare sui territori per garantire legalità e ordine pubblico. Saremo sempre al fianco delle nostre forze dell’Ordine contro questi vigliacchi professionisti del crimine che meritano solo la galera”.

Ilaria Paoletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta