Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 24 sett   – Galeotto fu il concerto-omaggio a Franco Battiato: Vittorio Sgarbi non ha preso bene le critiche di Andrea Scanzi e ha deciso di renderlo “immortale” apostrofandolo in vari modi – nessuno dei quali lusinghiero.



Scanzi e l’esibizione all’arena di Verona

Sull’esibizione (fischiata) di Al Bano al concerto in omaggio a Franco Battiato tenutosi presso l’Arena di Verona, Scanzi non si è risparmiato in quanto a critiche: “Senza pubblico, senza stima, senza ragione d’essere. Un crepuscolo avvilente e straziante”. Sul palco c’era anche Vittorio Sgarbi, il quale non l’ha presa affatto bene.

Sgarbi: “Cagnolino di conte”

“Scarsi, il cagnolino di Conte”, si sfoga Sgarbi sui social. “Esiste ancora Scarsi? Che tenerezza! Pensavo che l’avessero assorbito Fedez e la Murgia ,ammiratrice di Battiato” ironizza lo storico dell’arte. “Lo trovo ora ripetere i suoi stanchi ritornelli contro di me che ho fatto il vaccino senza farmi raccomandare come lui, cui resta solo la Gruber a invitarlo in televisione per fare il cagnolino di Conte”.

“Sporco, puzzolente, spelacchiato”

“Sporco, puzzolente, spelacchiato, i denti gialli, esprime solo ovvietà, e il suo modello è Beppe Grillo che ha educato il figlio allo stupro e lui a sbagliarle tutte” continua Sgarbi “Per dire: non si è accorto che i fischi a Verona, dove io ho, la settimana prima, riempito il Teatro romano di persone che conoscono la mia ragion d’essere, non erano per me ma essenzialmente (si parla di Franco Battiato, amato dalla sua amica Murgia) per Al Bano, che lui ha finto di non vedere”.

“E’ una scorreggia di Cacciari”

Sgarbi picchia durissimo: “Senza pubblico, senza stima, senza ragion d’essere. Un crepuscolo avvilente e straziante”? Lo dice lui che non ha mai visto l’alba. Continua a vagire tra le cosce della Gruber. Un piccolo aborto, travolto dai luoghi comuni. Senza trattativa. Una scorreggia di Cacciari. Una miniatura di Telese. A voi Scarsi! E toccatevi le palle quando lo vedete. È cancerogeno“.

Ilaria Paoletti



La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Se annientare è insultare a manetta (ovvero l’unica “abilità” riconosciuta unanimemente a sgorbi), allora stiamo freschi… Sgorbi si domanda se Scanzi esista, quando Scanzi è il giornalista più seguito in Italia da un anno e mezzo, mentre lui è l’eterno fallito in politica, che ogni cosa che tocca inesorabilmente muore, ogni partito che ha provato a fondare non lo ha votato nemmeno il gatto, anni a fare il lacchè di chicchessia per elemosinare una poltroncina, per di più pregiudicato e condannato per truffa aggravata allo stato e falso. E pure voi che date spazio a sti cadaveri, più che Il Primato Nazionale dovreste chiamarvi Il Primate Nazionale…

  2. per i troll dello sfatto di cui sopra il mio commento : il giornalista piu seguito? dove al cesso sociale che frequentate tra una lezione di yoga e un indottrinamento vaccinale su la sette7? Ridicoli è poco!

Commenta