Roma, 4 mag – Paolo Sorrentino conquista i David di Donatello, come riporta l’Ansa. È stata la mano di Dio trionfa, ottenendo ben cinque premiazioni.

Sorrentino, cinque David di Donatello

Sorrentino non ce la fa agli Oscar per il miglior film straniero, ma si consola con i David di Donatello. Ben cinque le statuette ottenute da È stata la mano di Dio, il film autobiografico incensato dalla critica e dal pubblico. La pellicola vince per le categorie miglior film, miglior regia, attrice non protagonista (Teresa Saponangelo), miglior fotografia e la categoria “David giovani”. Tuttavia a vincere la classifica del film più premiato è Freaks Out, che ottiene ben sei riconoscimenti, soprattutto di natura tecnica (miglior scenografia, fotografia, produttore, trucco, acconciatura, effetti visivi-vex).

Una premiazione “partenopea”

Il David di Donatello 2022 fa emergere molto la cinematografia “napoletana”, considerando anche i riconoscimenti ottenuti dal film Qui rido io, diretto da Mario Martone ispirato alla vita del celebre regista e attore teatrale Eduardo Scarpetta, per l’attore non protagonista e per i costumi. Vince anche Ariaferma di Leonardo Costanzo (miglior attore, Silvio Orlando, e sceneggiatura originale). Poi Ennio, documentario di Giuseppe Tornatore dedicato a Ennio Morricone, vince 3 statuette: miglior suono, montaggio e documentario.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta