Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 6 mar – «Appendino pagliaccia», recitava lo striscione in testa al corteo degli anarchici che lunedì hanno sfilato per le vie del centro di Torino. Più che di un corteo – composto a onor del vero solo da poche decine di persone in cattivo arnese – si è trattato di una forma di minaccia, di intimidazione. Sì perché gli anarchici, che protestavano contro lo sgombero del centro sociale Ex-Asilo occupato, hanno ad un certo punto deciso di fermarsi proprio davanti al negozio di abbigliamento per bambini gestito dal marito del sindaco: a questo punto, una donna è uscita dal gruppo brandendo la testa mozzata di una manichino, roteandola e usandola pure per intimidire uno degli agenti di polizia presenti sul posto.

Sei arresti

Ricordiamo come allo sgombero dell’ex-Asilo siano seguiti sei arresti, riguardanti altrettanti occupanti dello stabile, per associazione sovversiva, istigazione a delinquere e detenzione, fabbricazione e porto in luogo pubblico di ordigni esplosivi. E ricordiamo anche come da settimane ormai gli anarchici stiano tenendo in scacco la città con manifestazioni, atti vandalici ed intimidatori, il tutto nella totale impunità. «Glielo abbiamo promesso e noi manteniamo le promesse, lo sgombero dell’Asilo non passa», hanno gridato i manifestanti lunedì mentre stazionavano davanti al negozio.

Solidarietà al sindaco Appendino da tutte le forze politiche: «Un corteo diretto davanti al negozio della famiglia Appendino non è un gesto di protesta, ma un vile atto intimidatorio. Per questo non possiamo che esprimere la nostra solidarietà alla sindaca Chiara Appendino, diventata bersaglio da parte di una manifestazione indetta dagli anarchici con il chiaro scopo di spaventarla dopo lo sgombero dell’Asilo», ha detto il capogruppo della Lega nel consiglio comunale di Torino, Fabrizio Ricca, auspicando che «le forze dell’ordine identifichino i responsabili dell’organizzazione di questa parata intimidatoria».

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. L’Appendino è peggio degli anarchici ed è giusto che si difendano… Siete stati a Torino con gestione 5stelle?

  2. Complimenti alla Sindaca Appendino perchè un centro sociale a Torino non viene perquisito, sgomberato credo dai tempi delle Brigate Rosse.
    Un corteo di anarchici che “minaccia” un negozio di vestiti per bambini, agitando una testa mozzata è una manifestazione senza senso e di gusto orribile.

Commenta