Il Primato Nazionale mensile in edicola

ossLido di Camaiore, 9 mar – La 51/a edizione della Tirreno-Adriatico ha preso il via con una cronosquadre di 22 km che ha visto partenza ed arrivo a Lido di Camaiore. Vincitrice di giornata la BMC dello statunitense Tejay Vangarderen, in lizza per la vittoria finale, con il tempo di 23’55” a 56,947 km/h di media. Maglia azzurra di leader per il trentino Daniel Oss che guida al trionfo la compagine che da due anni è campione del mondo nella cronosquadre. Oss è il classico corridore di fatica al servizio degli altri che dedica il primato ad Adriano Malori, sfortunato alfiere della Movistar coinvolto in una pesante caduta a gennaio in Argentina.



Il podio è completato dalla Etixx-Quickstep guidata da Tony Martina a 2″ e dalla lodevole FDJ di Thibaut Pinot a 9″. L’Astana di Vincenzo Nibali – capace di vincere la “corsa dei due mari” per due volte – chiude sesta a 15″ lasciando in piena bagarre per la conquista del titolo il ciclista siciliano. La Movistar di Alejandro Valverde termina decima a 29″, mentre lo sfortunato Rigoberto Uran, capitano della Cannondale, coinvolto in un ruzzolone insieme a quattro compagni è fanalino di coda a 2’03”.

Domani la corsa prosegue con la seconda frazione, che si snoderà su 207 chilometri, con partenza da Camaiore e finale impegnativo a Pomarance disegnato da Paolo Bettini.

Lorenzo Cafarchio

 

 



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta