Roma – 5 nov – Vietato fumare, ma non per Carlo Calenda. Il neo consigliere comunale non ci sta e, in preda forse a un raptus, getta via il cartello presente alla buvette del Consiglio comunale.



Vietato fumare, ma Calenda dice sì

La vicenda ha del grottesco e, diciamocelo, anche del comico. Repubblica lo definisce un “colpo di testa” del leader di Azione. Il cartello citava il classico “vietato fumare”, per l’appunto. Entrando nella psicologia di un fumatore magari ci si può sbizzarrire a narrare la storia in modo ancora più bizzarro. Per Il Tempo “Calenda non resiste alla tentazione della sigaretta”. E il motivo sembra risiedere in un Consiglio Comunale “d’esordio” particolarmente teso, quello della giunta Gualtieri, in cui lo stesso Calenda avrebbe dovuto dimettersi per far spazio a Francesco Carpano.

Ma nel finale, l’ex piddino torna indietro per “non dare l’impressione ai romani che non mi occupassi direttamente di Roma”. Insomma, una bella fumatina poteva anche starci, e per la miseria, non parliamo nemmeno di quel divieto, che fu introdotto durante gli anni di Virginia Raggi dagli esponenti del Movimento 5 Stelle.

“Ora qui si può fumare”

Cartello divelto e gettato. Voci incontrollate narrano che il gesto leggendario contro il Vietato fumare intentato da Carlo Calenda abbia avuto un consenso a furor di popolo. Il minuscolo spazio esterno pare infatti sia l’unico disponibile per fumare una sigaretta in santa pace. E gli altri fumatori del Consiglio sembra abbiano approvato. Addirittura qualcuno avrebbe parlato di “ritorno alla normalità”.

Intanto Calenda, su twitter, risponde alle accuse.

Vietato fumare non per Calenda

“Ma le cavolate che scrivete… Stavano tutti fumando compresa la giornalista di Repubblica e l’ex assessore al personale in un’area esterna alla buvette prima fumatori e poi chiusa dai Cinquestelle. Tutti pigiati dietro enormi condizionatori per non essere beccati. Li ho fatti uscire da lì”. Nessun cartello piegato, dice: “Ma quale divelto era una fotocopia plastificata appoggiata a un davanzale”.

Stelio Fergola

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta