Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 nov – Il maltempo ha concesso una tregua e i trafficanti di uomini hanno ripreso a far salire clandestini sui barconi. Così, in meno di ventiquattro ore sono arrivati a Lampedusa più di 100 immigrati irregolari. Nella notte sono approdate sulla costa dell’isola siciliana, a Cala Palme, 37 persone tra cui tre donne. Tutti i clandestini sono stati fermati da carabinieri e guardia di finanza per poi essere accompagnati all’interno del centro di accoglienza hot spot di Lampedusa, dove vi sono anche gli altri immigrati arrivati nelle ultime ore.

Nuovo ciclo di sbarchi

Si tratta infatti del terzo sbarco, con il primo avvenuto alle 6 di ieri, quando 74 extracomunitari (a quanto sembra tutti provenienti dal Bangladesh) sono giunti sull’isola con una barca di legno. Dopo poche ore sono sbarcati altri 14 immigrati irregolari, tutti di nazionalità tunisina, giunti direttamente nel porto di Lampedusa a bordo di una piccola imbarcazione.

In totale dunque, da ieri mattina sono sbarcati in Italia 115 clandestini, fermati dalle forze dell’ordine e poi accompagnati nel centro di accoglienza dell’isola siciliana. Siamo dunque di fronte a un nuovo, allarmante, ciclo di sbarchi autonomi, con immigrati che partono con barche e barchini di ogni tipo dalle coste africane senza venire intercettati prima di giungere sulle coste italiane. E in particolare è Lampedusa, come di consueto, ad essere la meta prescelta.

Alessandro Della Guglia

4 Commenti

Commenta