Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 25 dic – L’Urbi et orbi della tradizione Bergogliana, quello preceduto dalla solita raccomandazione all’accoglienza degli immigrati e alla tolleranza del diverso, non ha mancato nemmeno quest’anno di affacciarsi sulle televisioni degli italiani. E’ ormai un appuntamento fisso, scontato: come si sa che il 24 trasmetteranno Una Poltrona per due, è altrettanto noto l’arrivo, il 25, della predica papale sulla necessità di aprire le porte dell’Europa all’intero continente africano.

Pull factor natalizio

Così, da Piazza San Pietro, il Pontefice ha prima ricordato i tanti conflitti in corso, la “Siria che non vede fine delle ostilità”, il Sud America che sta affrontano una forte crisi, “il popolo libanese, perché possa uscire dall’attuale crisi”, per poi arrivare al nodo della questione che gli è da sempre la più cara. Parla del “piccolo Bambino di Betlemme”, agli “schiavi dell’oggi” (leggi: gli immigrati) nel giorno di Natale per annunciare che la Parola di Dio li esorta “ad uscire dalle prigioni” (leggi: varcare i nostri confini). L’amo è lanciato: l’ennesimo potentissimo pull factor (fattore attrattivo) natalizio per tutti i potenziali migranti del Terzo mondo.

Alla pancia dei fedeli

Bergoglio anche oggi ha parlato alla pancia dei fedeli, così come ha fatto pochi giorni fa, sostituendo il Cristo sul crocefisso con il salvagente di un immigrato morto in mare: ha spiegato come gli immigrati siano “vittime dell’ingiustizia che li costringe ad attraversare mari trasformati in cimiteri e a subire torture e abusi di ogni tipo in campi di transito” che in realtà sono lager “nella speranza di una vita sicura”, il tutto “di fronte a muri di indifferenza“. Dopo queste parole pronunciate davanti a migliaia di persone nell’assolata Piazza San Pietro, Bergoglio ha chiuso il suo messaggio invitando tutti alla preghiera e all’accoglienza “per la nostra fragile compagnia, sia vicino alle persone anziane e a quelle sole, ai migranti e agli emarginati. In questo giorno di festa, Gesù doni a tutti la sua tenerezza e rischiari le tenebre di questo mondo”.

Cristina Gauri

17 Commenti

  1. ..il papa ha nominato un po’ tutti..anziani, poveri, paesi in guerra, bambini… sottolineando i “migranti”, cosa che ha mandato in estasi i soliti girnali radical-chic che ne riportato a caratteri cubitali…la solita manfrina…. noiosamente identica..

  2. Che profonda pena, la “chiesa” cattolica… Un tempo colonna dei Valori occidentali, e ormai ridotta ad un’elite globalizzante di pervertiti privilegiati, proni ai desiderata di un padrone invisibile e dispotico!
    Sono lontani i tempi di Gregorio Magno o di Sisto V: oggi solo l’impostura e la menzogna abitano le mura che furono di Pietro.

  3. Ma ha mai indicato ai migranti la via della salvezza ?
    Non basta essere migranti per andare in Paradiso.
    Il Regno dei cieli ormai non viene indicato più a nessuno.

  4. Oltre alla catilena pro-immigrati giornaliera il papa pro-gay da poco ha fatto dire che sodoma fu’ distrutta non perchè piena di depravati in atti contro natura(sodomiti) come la chiesa sostiene da 2000 anni ma perchè “non davano ospitalità”!!! Oramai siamo alla follia teologica!!
    E’ possibile che el papa sia massone visto che il suo programma di nuovo ordine globalista è quello della fratellanza massonica?Il problema di una eventuale associazione con un società segreta osteggiata fortemente dalla chiesa nel passato è che la massoneria si considera una chiesa deistica superiore a quella cattolica e i cattolici gli usa solo per i propri fini.
    Un primate greco-ortodosso quando francesco disse “chi sono io per giudicare i gay” lo defini’ un eretico e disse che seguirlo porta alla perdizione.Dato che alcune sue dichiarazioni sono talmente fuori da ogni grazia di Dio è possibile che sia sotto ricatto da parte di poteri occulti? Guarda caso dopo che aveva tuonato contro le oligarchie del denaro dopo il suo insediamento, muori’ nel 2014 in un incidente stradale in Argentina il nipote e i suoi 2 figli(pronipoti di francesco).La sua macchina tampono’ un camion in autostrada (il camion aveva rallentato intenzionalmente?).
    PS; Francesco ha anche detto che ;
    -Gesu’ in una parabola “fà un po’ lo scemo”
    -Maria Vergine non è nata Santa
    -Essere cattolici non significa fare figli come conigli
    -Meglio atei che cristiani ipocriti
    Si potrebbe continuare per ore sulle eresie che dice quasi ogni giorno!!

    • Riguardo l’accusa di eresia rivolta al signor Bergoglio da parte della Chiesa orientale e ricordata, nel suo intervento, dal signor Cesare – che forse si riferiva a questo:

      https://www.agerecontra.it/2014/04/accuse-di-eresia-a-bergoglio-da-due-vescovi-ortodossi/

      si può tranquillamente rispondere che, purtroppo, si tratta di un’accusa difficile da sostenere per via di questi passi tratti dai Vangeli cristiani canonici:

      “1 Non giudicate, per non essere giudicati; 2 perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati e con la misura con la quale misurate sarete misurati” Matteo VII,1-2

      “37 Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato” Luca VI, 37

      A parte questo, le vere e proprie distorsioni bergogliane delle Sacre Scritture cristiane sono un fatto e penso siano evidenti un po’ a tutti.

      Ho già detto altrove che, in base alla mia personalissima impressione, si sta tentando di allineare tutte e tre le grandi religioni rivelate (quindi: Cristianesimo, Giudaismo e Islam) utilizzando il protestantesimo (che da Martin Luther in poi, ha sempre puntato a riportare la cristianità alla purezza dottrinaria della Bibbia) come mediatore. Che sia in opera anche l’influenza da parte di qualche loggia massonica di tipo universalista credo sia abbastanza probabile.

  5. Un Papa che onora con il suo nome e il suo credere quotidiano I veri valori del grande Santo
    Io da ateo posso solo apprezzare e condividere ogni atto di questo grande Papa

    • Di quale santo parla??? Se parla di Gesu’ Cristo non è un Santo ma è il figlio di Dio.Comunque vedo che l’eretico piace agli atei e se continua cosi’ ne produrra’ molti altri.Del resto ha detto “meglio atei che cristiani ipocriti(si riferiva a Salvini e alla lega come ha chiarito Sgarbi!!)

  6. Signor Anton,
    la ringrazio per il riferimento all’ interessante articolo che non avevo letto.La informazione sul Patriarca greco ortodosso che aveva scomunicato el papa la avevo trovata in un video su internet anni fà.Oggi ho trovato su youtube molti video sulla “heresy” di francesco di cui ne riporto uno dal titolo “Byzantine Catholic Patriarchate Excommunicates Francis”

  7. Francamente ho l’ impressione che la gestione papal-massonica sia oltremodo temporale (quasi giunta al punto di non ritorno); il potere spirituale, è terribile dirlo, appare di facciata… La gerarchia ecclesiastica, sotto l’ accelerazione globalista, è andata a farsi benedire, come del resto altre vitali gerarchie.
    Poiché il porto lo fa il marinaio è bene coadiuvare i capi spirituali rimasti validi e fare politica anche in tal senso, altrimenti si resta a pure dispute materialistiche fini a se stesse, insufficienti da sole a colmare l’ umano bisogno esistenziale odierno. Un partito, un movimento politico teologico mi pare necessario che si affianchi.
    Il dividi et impera dal punto di vista della educazione delle anime sta andando a mille, non ci sono solo i protestanti (senz’altro disastrosi dal inizio alla fine, compreso il peso avuto durante la Germania nazista), i calvinisti, oggi si va dai battisti ai testimoni di Geova, da Scientolgy a sette varie… Noi siamo rimasti a mons. Lefebvre, stupendo esempio ma un po’ pochino…
    Altrimenti, pure il ritorno alle origini, al paganesimo… L’ importante è non lasciare l’ uomo solo in preda al dio mammona, senza alternative!
    Il “homo faber” è per sua natura tendente a varie forme di suicidio, all’ isolamento, perché è sempre profondamente insoddisfatto…
    (Anche gli sciamati non scoppiati se ne sono accorti).

    • Jack,
      concordo pienamente sulla inopportunità del commento di robert lee.Certe affermazioni bloccano qualsiasi discussione costruttiva ed infangano la sezione commenti di un giornale serio come questo.

  8. Nanni Moretti disse a D’Alema : dì qualcosa di sinistra

    i cattolici potrebbero dire al nonPapa (il PAPA e B.XVI…) : dì qualcosa di RELIGIOSO !!!!!