Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 25 dic – La distribuzione del panettone aziendale ai dipendenti? Sì, ma solo a quelli più produttivi. Una scena che non avrebbe stonato all’interno della Megaditta di fantozziana memoria. E’ quello che sicuramente hanno pensato i dipendenti della Teamwork delle sedi di Amazon di Marene e Brandizzo (To), dove i sindacati hanno denunciato che la distribuzione del dolciume natalizio è stata effettuata solo per chi aveva totalizzato più consegne nel minor tempo possibile. Lo riferisce La Repubblica. Anche in questo caso la multinazionale colosso dell’e-commerce – già stigmatizzata in tutto il mondo per le condizioni lavorative estreme a cui vengono sottoposti i dipendenti – si pone sotto i riflettori per le discutibili politiche aziendali di gestione del personale. 



Gratifica di fine anno

Secondo la Uil trasporti l’amministratore delegato della società Teamwork, Massimo Cammarata, avrebbe quindi utilizzato il panettone come un bonus di fine anno per i più volenterosi. Un panettone, non una gratifica monetaria: un prodotto alimentare in vendita nei supermercati per pochi euro. I beneficiari di tutto questo ben di Dio sarebbero stati coloro che, in barba alle norme di sicurezza, avrebbero messo a rischio la propria incolumità per moltiplicare e consegne, premendo un po’ troppo il piede sull’acceleratore. Per quei “fessacchiotti” che invece si sono attenuti alle norme, niente cadeaux.

La Uil come Babbo Natale

Ci ha dovuto pensare la Uil, che ha consegnato i panettoni anche a chi ne è rimasto privo. “Non è il modo di fare – attacca Gerardo Migliaccio, segretario della Uil Trasporti – non si dividono i lavoratori tra buoni e cattivi perché i primi non rispettano le buone norme di comportamento, anche del codice della strada, e i secondi sì. Chi tenta di dividere i lavoratori sbaglia. Alla Befana cosa faranno, consegnaranno carbone?”

La Teamwork smentisce

Secca smentita arriva dalla Teamwork: “Non corrisponde al vero. Tutti gli autisti hanno ricevuto e stanno ricevendo un pensiero di Natale. Non si tratta né di un premio di produttività, né di un riconoscimento legato alla velocità di consegna. Per noi di Teamwork la sicurezza dei nostri dipendenti è al primo posto”.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Amazon è forte, è inutile negarlo, ma ha un difetto molto, ma molto comune: management locale scadente per risparmiare (sic!) e per incapacità culturale a confrontarsi con il “No man” di valore…
    I vertici sono permalosi!

Commenta