Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 ott — Un altro primato della iper progressista California, che avrà pure il tasso di povertà più alto di tutti gli Stati Uniti (fonte Us Census Bureau) ma in quanto a diritti, uguaglianza di genere e inclusione non la batte nessuno: il governatore Gavin Newsom ha infatti firmato un decreto che obbliga i negozi di giocattoli dei centri commerciali a includere una sezione «no gender» nell’esercizio, oltre a quella maschile e femminile. Il provvedimento ricorda molto la marchetta «inclusiva» della Lego, che alcuni giorni fa ha annunciato di voler rimuovere gli stereotipi di genere dalle confezioni dei propri prodotti togliendo l’etichetta «per ragazzi» o «per ragazze» dalle scatole di costruzioni.



California, via all’obbligo della sezione no gender nei negozi di giocattoli

Cosa cambia, quindi? Più o meno nulla. Spiega orgoglioso Newsom: all’interno degli spazi genderless verrà esposta una «selezione ragionevole» di una serie di giocattoli, «indipendentemente dal fatto che siano stati commercializzati per un particolare sesso». Quindi, per legge, ci dovrà essere uno scaffale con giocattoli per bimba (per esempio bambole, elettrodomestici) e per bambino (macchinine, soldatini) che verranno etichettati «senza genere» in ossequio al Verbo dell’uguaglianza di genere. In questo modo, secondo i promotori della legge, verrebbero contrastati i pregiudizi di genere fin dalla più tenera età: verrà insegnato ai bimbi che non devono vergognarsi di giocare con le bambole (e se a loro non fregasse nulla di voler giocare con le bambole?) e alle bambine che possono baloccarsi con soldatini e sognare di essere astronaute (e chi glielo ha mai proibito?).

Non verranno esposti vestiti

Nello spazio no gender non verranno esposti — per fortuna — capi di abbigliamento ma solo giocattoli e oggetti per l’infanzia come accessori per la dentizione, il rilassamento e la suzione. La norma entrerà in vigore a partire dal 2024 e verrà applicata ai centri commerciali o rivenditori che hanno 500 o più dipendenti. A chi disobbedisce verrà comminata una multa di 250 dollari per la prima violazione e 500 dollari per le successive.

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. La California, come l’Italia è un laboratorio sperimentale per i poteri occulti globalisti.Ho letto oggi che vieteranno le motoseghe e decespugliatori per giardini e un gruppo di 3 lavoratori dovrà andare a fare la giornata con 30-40 batterie cariche e costi enormi!! E’ evidente che tirano fuori queste assurdità per soggiogarci ed abituarci a obbedire senza nemmeno riflettere

  2. A parte che gli #USA neanche mi darebbero il visto considerandomi un terrorista vista l’informazione finanziaria che faccio quotidianamente, indovinando tra l’altro anche le chiusure dei mercati con giorni di anticipo, qui https://plurk.com/m/u/Prof_Sconvolto dopo essere stato sbattuto fuori da twitter perché uno che indovina tutti i giorni da anni le chiusure di tutti i mercati finanziari mondiali li sputtana di più, se non fossero taroccati sarebbe impossibile indovinare.

    Poi comunque ormai i sinistri italiani mi hanno già fatto venire la nausea di arcobaleni quindi se mai #Biden benedetto dal Papa mi offrisse un visto… eviterò accuratamente la #California 😛

Commenta