Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 20 mar – Conferenza stampa odierna della Protezione Civile sul coronavirus. Il commissario straordinario per l’emergenza, Angelo Borrelli, ha fatto sapere che i morti in Italia sono in totale 4.032. Rispetto alla giornata di ieri sono stati registrati altri 627 decessi. Un nuovo, drammatico, record. Continuano a salire però anche i contagiati: i positivi attualmente sono 37.860 (4.670 più di ieri), di questi 19.185 sono in isolamento, mentre 2.655 sono in terapia intensiva. Salgono, almeno in questo caso fortunatamente, anche i numeri dei guariti: oltre 1.100 persone in più rispetto a ieri, per un totale di 5.129.

“Voglio ricordare che i deceduti avevano il coronavirus” ma non sono morti “per coronavirus. Come sapete l’Iss sta portando avanti un’indagine epidemiologica, sarà l’Iss a comunicarci i dati”, ha detto Borrelli. In Lombardia si registra un nuovo drammatico record di decessi. L’assessore al Welfare, Giulio Gallera, ha detto che i casi in totale nella regione italiana maggiormente colpita dal virus sono 22.264 casi. Le vittime in Lombardia sono 2.549 le vittime.

Pensioni scaglionate in ordine alfabetico

L’Inps intanto ha fatto sapere che le pensioni a partire dal fine marzo verranno scaglionate nei prossimi mesi in ordine alfabetico. “Il pagamento – si legge nella nota dell’Inps – avverrà secondo il seguente calendario: 26-31 marzo per la mensilità di aprile 2020; 27-30 aprile per la mensilità di maggio 2020; 26-30 maggio per la mensilità di giugno 2020. Per la prima scadenza, cioè marzo, sono stati stabiliti i seguenti scaglioni, suddivisi in base alle iniziali del cognome del titolare della prestazione: A-B giovedì 26 marzo; C-D venerdì’ 27 marzo; E-K sabato 28 marzo; L-O lunedì 30 marzo; P-R martedì 31 marzo; S-Z mercoledì 1 aprile”.

I casi nel mondo

 

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

  1. Chi pensa soltanto a salvare la propria vita la perderà, chi invece è pronto a sacrificare la propria vita per me la salverà.
    Disse Gesù.

Commenta