Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 28 apr – A Roma – o per meglio dire a Ostia, municipio X, la spiaggia capitolina per eccellenza – la stagione balneare inizierà, sì, ma alla seconda metà giugno per poi durare fino ad ottobre. E il comune di Roma, nella persona del sindaco Virginia Raggi, sta arrivando a soluzioni molto creative per permettere l’accesso alla spiaggia ai cittadini della Capitale. Che però non tengono conto di alcune difficoltà organizzative.



Fasce orarie e stagione balneare fino a ottobre

L’ultimo Dpcm permette a chi abita vicino al mare di andare in spiaggia sebbene “individualmente e comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona”. E i grillini capitolini stanno valutando di far slittare ulteriormente l’inizio della stagione balneare alla seconda settimana di giugno per poi allungarla (forse) fino ad ottobre. L’orario di apertura delle spiagge di Ostia dovrebbe essere fino alle 20 e una fascia oraria (quella della mattina presto) sarà riservata agli anziani.

Black Brain

App e prenotazioni via smartphone

Andrea Coia, in una videochat coi colleghi grillini, ha proposto prenotazioni via app o al telefono delle spiagge e ingressi a turni. Ma c’è un problema non indifferente, ovvero quello relativo alle spiagge private: servono infatti più bagnini e personale adibito al salvataggio che servirà agli arenili liberi. Inoltre, non si sa chi curerà la pulizia di questi luoghi: per ora si è pensato di affidarli agli stabilimenti vicini. E ancora c’è il problema della viabilità: serve, ancora, personale adibito al controllo degli accessi. L’idea geniale del M5S è di vietare il parcheggio sul lungomare. Ma anche per mettere in pratica questo serviranno altri vigili urbani. Insomma, come al solito dai grillini capitolini arrivano poche idee, ma confuse.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta