Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 23 feb – Nelle ultime ore in Italia aumentano di continuo i casi di contagio da coronavirus e cresce comprensibilmente la paura. E’ quasi superfluo, eppure necessario, ripetere che i controlli serrati alle frontiere sono indispensabili per evitare una diffusione senza freni. Altrettanto necessaria sarebbe la chiusura dei porti, mai presa in considerazione dall’attuale esecutivo giallofucsia. Così proprio oggi, in piena emergenza sanitaria, a Pozzallo (porto indicato dal Viminale) sono stati fatti sbarcare 274 clandestini dalla nave Ocean Viking, delle Ong Sos Mediterranee e Medici senza frontiere. Una decisione che stride fortemente con l’aumento dei controlli annunciato dal governo, vista soprattutto la provenienza incerta delle persone che erano a bordo dell’imbarcazione.

Coronavirus e porti sempre aperti

Non a caso tutti gli immigrati irregolari sbarcati oggi resteranno in quarantena nell’hotspot di Pozzallo, mentre l’equipaggio dovrà restare a bordo della nave “per tutto il tempo necessario”. Il ministero dell’Interno ha fatto sapere infatti che “le autorità competenti provvederanno agli accertamenti e alla sorveglianza sanitaria ritenuti indispensabili”. I clandestini sbarcati a Pozzallo sono in tutto 208 adulti e 64 minori, fatti salire a bordo della Ocean Viking in tre diversi interventi tra il 18 e il 19 febbraio.

Non si tratta però del primo caso di sbarco in Italia dall’inizio dell’emergenza coronavirus. Lo scorso 2 febbraio grazie alla Open Arms, altra gentile organizzazione non governativa che scarica clandestini sulle coste italiane, erano arrivati 363 immigrati irregolari. “Non c’è alcuna preoccupazione di fondo per questo sbarco di 274 migranti perché la situazione sanitaria è sotto controllo e rispetto a prima non è cambiato nulla”, ha dichiarato il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna. Peccato che “rispetto a prima” qualcosa sia cambiato eccome, di mezzo ci si è messo un sempre più allarmante virus che ha colpito cinque regioni italiane.

A riguardo intanto è arrivata la dura presa di posizione di Matteo Salvini: “Live da Pozzallo, il governo ha autorizzato lo sbarco di 274 presunti profughi da chissà dove. Inqualificabili”, ha scritto su Facebook il leader della Lega.”Il Viminale ha autorizzato lo sbarco in Sicilia di quasi 300 immigrati clandestini portati dalla solita nave Ong straniera. Nemmeno nella situazione di grave emergenza nazionale in corso il governo ritiene di dover chiudere i porti. Non ho parole”, ha tuonato Salvini.

Eugenio Palazzini

3 Commenti

Commenta