Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lodi, 24 feb – Il bollettino delle vittime del coronavirus conta un altro decesso, il sesto in Italia dall’inizio del contagio e il terzo da stamattina. Un altra vittima lombarda, un altro anziano, un ottantenne di Castiglione d’Adda risultato positivo al coronavirus, morto all’ospedale Sacco di Milano. Giovedì era stato trasferito dal 118 all’ospedale di Lodi per un infarto, lo stesso giorno dell’arrivo del 38enne codognese, il primo paziente risultato positivo al virus. L’anziano è stato ricoverato in rianimazione e trasferito al Sacco di Milano dove è deceduto, dopo essere risultato positivo all’agente patogeno. La Lombardia rimane la regione con il maggior numero di infetti, finora 172, mentre sono 230 i contagiati nel Paese. La mortalità del coronavirus ha raggiunto il 2,6%



[in aggiornamento]

Le altre vittime

Le altre due vittime del giorno sono un uomo di 88 anni di Caselle Landi, provincia di Lodi  e un 84enne deceduto all’ospedale di Bergamo. In Veneto ai 25 casi di ieri si sono aggiunti altri due casi di Coronavirus. Lo riferisce la Regione Veneto. Si tratta di una persona anziana del centro storico di Venezia, che era già ricoverata all’Ospedale Civile e che è stata trovata positiva al virus, e di una persona del Padovano.

Nuovi casi in Emilia

Si registrano sette nuovi casi positivi al tampone sierologico in Emilia-Romagna, tutti connessi al focolaio lombardo: cinque, di cui quattro cittadini lodigiani, rilevati a Piacenza, e due residenti in provincia di Parma  – una signora che si era recata più volte all’ospedale di Codogno, in Lombardia, per assistere la madre, e un uomo che si era recato sempre a Codogno per un evento di ballo. Ricoverati in isolamento al reparto infettivi all’ospedale di Parma, per ora sarebbero in buone condizioni. Sale quindi a 16 il numero dei casi positivi in regione.

Verso identificazione del paziente zero?

Ci sarebbe una svolta sull’individuazione del paziente zero, l’iondividuo cioè dal quale è partito il contagio che si è diffuso in tutto il Nord italia. Secondo le notizie riportate dall’Ansa, sarebbe un agricoltore di 60 anni di Albettone, paese vicino a Vo’ Euganeo, focolaio in Veneto, che era si era recato nei giorni scorsi a Codogno, il focolaio in Lombardia. L’uomo ora presenterebbe sintomi influenzali.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Articolo precedenteLe chatroulette più popolari nel mondo
Articolo successivoSul Coronavirus il governo ha sbagliato. Lo dice pure l’Oms
Classe 1977, nata nella città dei Mille e cresciuta ai piedi della Val Brembana, dell’identità orobica ha preso il meglio e il peggio. Ex musicista elettronica, ha passato metà della sua vita a fare cazzate negli ambienti malsani delle sottoculture, vera scuola di vita da cui è uscita con la consapevolezza che guarire dall’egemonia culturale della sinistra, soprattutto in ambito giovanile, è un dovere morale, e non cessa mai di ricordarlo quando scrive. Ha fatto uscire due dischi cacofonici e prima di diventare giornalista pubblicista è stata social media manager in tempi assai «pionieri» per un noto quotidiano sabaudo. Scrive di tutto quello che la fa arrabbiare, compresi i tic e le idiozie della sua stessa area politica.

4 Commenti

Commenta