Il Primato Nazionale mensile in edicola

Nel nostro secolo carichissimo di informazioni, è estremamente importante il rispetto dei confini personali, così come la possibilità di conversare in modo sicuro. Perdipiù, non è per niente importante se siete introversi o estroversi: tutti hanno voglia di avere delle discussioni di qualità, libere, libere da qualsiasi obbligo. Ed a volte è piacevole scambiare due chiacchiere semplicemente come tra “compagni di viaggio casuali”. Proprio per questo sono state create le videochat. Le più conosciute sono Omegle e Chatroulette. Vedremo in seguito quali sono le differenze tra loro.

La videochat casuale Omegle

Una delle videochat più popolari e gratis. Venne creata dall’americano Leif K-Brooks nel marzo del 2009 e inizialmente attirava i visitatori per il fatto di non richiedere una registrazione e la presenza di una webcam. Anche se adesso, opzionalmente, è possibile condividere la cronologia della conversazione attraverso Facebook o Twitter.

La video chat Omegle è presente in numerose lingue, ne supporta 104. Anche l’effetto sorpresa attira: a volte non sai chi ti capiterà in chat, anche se il sistema ha anche la possibilità di fornire degli interessi comuni. In caso si trovi un interlocutore spiacevole, c’è la possibilità di sceglierne un altro casuale cliccando sul tasto “Successivo”. Le funzioni del servizio sono abbastanza semplici, dunque non c’è un’applicazione mobile, è assolutamente sufficiente il sito. Attraverso il servizio si può discutere sia con dei messaggi scritti, sia nel formato video. C’è una “modalità spia”, che consiste nel far rispondere alla vostra domanda una coppia casuale di interlocutori, e voi potrete vedere il loro dialogo.

Previsto anche il controllo della conversazione video. Dopo tutto, è possibile scegliere anche una modalità non moderata.

La web chat Chatroulette

Tale videochat venne creata soltanto 8 mesi dopo la creazione di Omegle da uno studente russo, Andrej Ternovskij, nel novembre del 2009. Si tratta anch’essa di una chatroulette. Permette di registrarsi attraverso Twitter, Instagram e Facebook. In Chatroulette è prevista una conversazione sia video che testuale. Inizialmente, le funzionalità di chat casuale era uguale a quella di Omegle, ma in seguito è comparsa la possibilità di registrarsi: per l’accesso è necessaria una casella di posta elettronica, così come una password. Si può anche indicare l’età, il genere e gli interessi, per una scelta più precisa dell’interlocutore.

Notevole il fatto che i primi a parlare di questa webchat furono dei giornali americani, “Good Morning America”, “The new York Times” e “New York Magazine”. E proprio ciò portò il sito, all’inizio del 2010, ad essere visitato da 1.5 milioni di persone al giorno.

Tali videochat si differenziano poco tra di loro. Chatroulette “è appesantito” dalla necessità di registrarsi, dalla possibilità di accesso rapido attraverso i social network e dalla funzione di timer per il passaggio ad un altro interlocutore, che potrete assegnare voi stessi. Dunque, il cambio di interlocutore può succedere automaticamente allo scoccare del momento stabilito.

Omegle si approccia “troppo casualmente” alla scelta dell’interlocutore, offrendo delle discussioni assolutamente non adatte ed, a volte, un comportamento decisamente indecente da parte di alcuni suoi membri.

Alternative alle videochat conosciute da tutti

Adesso esistono molte alternative alle videochat conosciute da tutti, ognuna delle quali è a suo modo interessante. Allora, Tinychat permette di creare delle chatroom tematiche personali, alle quali può collegarsi chiunque sia interessato, che può osservare gli interlocutori come se si trovasse “dietro ad un vetro”. La stanza può accogliere fino a 12 partecipanti ed una quantità illimitata di spettatori. Può essere molto utile per l’uso, ad esempio, nell’ambito scientifico, se i colleghi vivono in diversi punti del mondo.

Le funzionalità della videochat CooMeet si distingue per il fatto che, alla conversazione, partecipino esclusivamente visitatori di sesso opposto. Le ragazze possono accedere alla chat soltanto dopo aver passato un controllo preliminare, che riduce la possibilità di comportamento indecente e di conversazioni di bassa qualità.

Chatspin è l’applicazione più completa in ambito mobile. Le sue funzionalità permettono di utilizzare a pagamento delle videos maschere, chat private, filtri per paese e genere durante la ricerca e la scelta dell’interlocutore.

La chatroulette Shagle si distingue per le funzionalità ben pensate e la popolarità non solo in lingua inglese, ma anche in russo. La videochat comprende filtri per genere, così come l’invio di regali e la possibilità di tornare all’interlocutore precedente. Prevista anche la possibilità di disattivare la pubblicità.

Chatrandom si distingue per la possibilità di usare un collegamento ad alta velocità, un regime di “ingrandimento delle foto” e così via. È popolare tra le persone di diverso orientamento sessuale. Detto questo, la politica degli sviluppatori e dei creatori della chat è più che ragionevole: tutti coloro che preferiscono attenersi ai cosiddetti valori tradizionali non incontreranno questi utenti.

In questa recensione è possibile vedere come ognuna di queste chat sia interessante, a modo suo. Le loro funzionalità sono più o meno uguali. E la presenza di particolari “chicche” fa conto della cieca fedeltà del proprio pubblico. Ad esempio, ad un utente-videofilo può non piacere l’impianto grafico di una delle videochat, ad un audiofilo la qualità del suono di un’altra videochat, il cineasta potrebbe concentrarsi più sull’eccessiva preoccupazione del suo interlocutore casuale, al discreto risultano più importanti la partecipazione e la comodità delle funzionalità.

In ogni caso, per cominciare a comunicare basta solo scegliere la videochat casuale che ci piace di più e cliccare sul tasto “Start”.

Fonte dell’articolo: https://coomeet.com/it/chatroulette

1 commento

  1. Ciao,
    ottimo articolo. Elenca tutti i siti più famosi di chatroulette e varie alternative. L’unico dubbio che ho è su Omegle nato prima di chattroulette! Conosco il fenomeno da oltre 10 anni e credo che anche per famosità vince chatroulette.

Commenta