Roma, 2 gen – “Mi correggo, la Murgia è strafiga”. Cosa avrà fatto cambiare idea (si fa per dire) al sempre pungente Vittorio Feltri? Andiamo con ordine, ovvero partiamo dalla battutaccia di Capodanno: “La scrittrice Murgia non mi piace non per quello che dice o scrive ma perché è brutta come l’orco”.

“Fascista e squadrista”: le accuse a Feltri dopo la frase sulla Murgia

L’uscita di Vittorio Feltri su Michela Murgia, come ovviamente prevedibile, ha mandato su tutte le furie le femministe di tutto il web unite. Tra accuse di sessismo, maschilismo e l’immancabile body shaming, a scrutare neanche troppo attentamente i social, è una continua invettiva contro il fondatore di Libero. Qualcuno ha deciso però di alzare l’asticella della replica stizzita, mettendo mano alle solite paroline magiche che toccano il cuore degli indignati antifà, o per meglio dire ai due termini puntualmente utilizzati a sproposito tanto per non rischiare di passare per originali: fascismo e squadrismo.

Ci ha pensato, per l’esattezza, la simpaticissima scrittrice Chiara Valerio, neanche a dirlo dalle colonne di Repubblica: “Il tweet di Vittorio Feltri, giornalista, è il sintomo di un clima culturale a cui io do il nome di squadrismo e che, sulla carta stampata e sui mezzi di informazione nei quali devono essere inclusi, per quantità, qualità e frequentazione, i social, si mostra con la pratica culturale, per me, più fascista che esista: lo scherno”. Per ribadire il concetto, la Valerio non ha fatto altro che ripetere la solita parolina magica: “Lo scherno è un metodo ed è un metodo fascista. Lo scherno non è satira e non è divertente”. Ha per caso detto “fascista”? Apriti sesamo, spalancati sbadiglio. La stessa Valerio si è poi lanciata in una strampalata esegesi dell’orco: “Non siamo mai usciti, pur avendo perso in ironia, dai comunisti che mangiano i bambi”.

La replica

Alle surreali accuse della scrittrice, Feltri ha replicato ordunque con un altro cinguettio Twitter: “Chiara Valerio sulla Repubblica mi critica ferocemente perché ho scritto che la Murgia é brutta. Allora mi correggo: la Murgia è una strafiga. Poi la Valerio cita la frase storica: i comunisti mangiano i bambini. Non è vero: li sodomizzano”. Pesantuccio. Ergo non è finita qua, ne siamo certi. Attendere con trepidazione il prossimo commento indispettito sui giornali di sinistra, questione di ore.

Eugenio Palazzini

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. V.Feltri è invecchiato semi-bene… Possibile che non ricordi quando le donne son sempre belle e contente?

Commenta