Roma, 5 set — Cari inferiori, continuate pure a separare religiosamente la plastica dal vetro, lavatevi i denti con lo spazzolino di bambù ecosostenibile, fatevi il bidet una volta al mese come Fulco Pratesi e riciclate l’acqua della doccia per annaffiare i gerani, ché moriremo tutti a causa del riscaldamento globale: ci pensa la Ferragni a controbilanciare il vostro bigottismo green sparpagliando nell’aere un quantitativo di carburante pari al serbatotoio di un elicottero, nell’arco di un pomeriggio.

La Ferragni in elicottero sul ghiacciaio: i fan si incaz*ano

E perché, di grazia, Santa Chiara da Citylife dovrebbe contravvenire ai precetti di Santa Greta da Davos sulla sostenibilità ambientale e le emissioni di CO2? Per assicurare la propria presenza nel contesto di qualche iniziativa caritatevole? Per difendere i diritti delle minoranze? Per manifestare contro l’omotransfobia? Ma va, l’imprenditrice più instagrammata del mondo è salita su di un elicottero con la sister e gli amichètti per farsi un ape sullo sfondo di un non meglio identificato ghiacciaio svizzero. Ma la capiamo: con le torme di barbari delinquenti che assediano la sua dimora sita nella gran Milan, una gitarella fuori porta per non respirare la stessa aria dei pezzenti si rendeva praticamente obbligatoria.

Lei può (anche grazie a voi)

E dunque champagnino e tac, scatta la libidine. Perché la Ferragni può: anche grazie — tra le centinaia di suoi progetti miliardari — in piccola parte, ai proventi degli accessori ecosostenibili che propone sul suo sito. Come la borraccia Clima Bottle (nomen omen, non è tutto meraviglioso?) venduta alla modica cifra di 39 euro più spedizione. A metà tra il commendator Zampetti e la cricca di ricconi cortinesi accolti dalla contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare di fantozziana memoria, la moglie di Fedez leva il calice al suo fatturato e alla vostra cogli*naggine: followate, cliccate, comprate, disperatevi per il pianeta, fate mea culpa per le quasi inesistenti emissioni di CO2 europee mentre Cina e India impestano impunemente il pianeta, bevetevi tutte le geremiadi escatologiche in chiave green, mentre lei si abbevera dalla Magnum di Moët & Chandon circondata dai raga.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Interessante farsi il bidet una volta al mese: tanto per apportare un po’ di umidità alla coltivazione di prezzemolo che cresce sulle parti intime.

  2. “Lei può (anche grazie a voi)
    E dunque champagnino e tac, scatta la libidine. Perché la Ferragni può: anche grazie — tra le centinaia di suoi progetti miliardari — in piccola parte, ai proventi degli accessori ecosostenibili che propone sul suo sito. Come la borraccia Clima Bottle (nomen omen, non è tutto meraviglioso?) venduta alla modica cifra di 39 euro più spedizione. A metà tra il commendator Zampetti e la cricca di ricconi cortinesi accolti dalla contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare di fantozziana memoria, la moglie di Fedez leva il calice al suo fatturato e alla vostra cogli*naggine: followate, cliccate, comprate, disperatevi per il pianeta, fate mea culpa per le quasi inesistenti emissioni di CO2 europee mentre Cina e India impestano impunemente il pianeta, bevetevi tutte le geremiadi escatologiche in chiave green, mentre lei si abbevera dalla Magnum di Moët & Chandon circondata dai raga.”

    Questa parte di articolo è da incorniciare.
    Cristina,suggerisco che per il marketing pare si sua ispirata alla Carla Fendi di Marcello Cesenaa nella trasmissione Rai del 2002 ,Cocktail D’Amore.
    Manca solo il Fedez che pubblicizzare il profumo Odori “er profumo per omo che te fa senti’ un po’ donna”🤣🤣🤣

Commenta