Schettino, captain of the Costa Concordia cruise ship, looks on during a trial in GrossetoGrosseto, 27 gennaio – A più di tre anni dal naufragio della Costa Concordia, che causò trentadue morti e cinque miliardi di euro di danni, si avvia alle battute conclusive il processo in Corte d’Assise che vede imputati, fra gli altri, anche Francesco Schettino. La Procura della Repubblica presso il tribunale di Grosseto, per bocca dei pubblici ministeri Stefano Pizza e Anna Maria Navarro, ha chiesto una condanna a oltre 26 anni di carcere per l’ex capitano: 14 per omicidio e lesioni colpose, 9 per naufragio colposo, 3 anni per l’abbandono della nave, 3 mesi per mancata comunicazione alle autorità.

Nella requisitoria davanti ai giudici, i due pm hanno rilevato la totale inadeguatezza della condotta di Schettino: “Un incauto ottimista, un abile idiota che somma all’incauto ottimismo la sopravvalutazione della proprie capacità”. Due qualità che, secondo i pm, “convivono benissimo in Schettino, quasi fosse bicefalo, tanto che per lui possiamo coniare il profilo dell’incauto idiota”. Schettino si sarebbe infatti

Secondo il pm Pizza, che ha elencato una serie di reati dal naufragio colposo all’omicidio colposo, passando per l’abbandono di incapaci a bordo, si può a tutti gli effetti configurare l’aggravante della colpa cosciente: “Improvvisare la rotta e con quelle condizioni determina l’aggravante di una mostruosa colpa cosciente”.
“Il dovere di abbandonare per ultimo la nave da parte del comandante non è solo un obbligo dettato dall’antica arte marinaresca, ma è un dovere giuridico che ha la sua fondatezza nel ridurre al minimo i danni alle persone”, ha poi aggiunto, chiedendo anche l’arresto immediato in caso di condanna in primo grado.

“Dio abbia pietà per il comandante Schettino perché noi non ne possiamo avere alcuna”, ha concluso.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here