Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 apr – Davvero una figura grama quella rimediata dai Giovani Democratici, l’organizzazione giovanile del Partito Democratico, che per celebrare l’imminente anniversario del 25 aprile ha pubblicato su Instagram una foto molto romantica, peccato che quelli immortalati nell’immagine siano tutt’altro che … resistenti.



“Eppure il vento soffia ancora” ? ….

La foto, degna del catalogo di Doisneau, è stata pubblicata ieri sulla pagina Instagram dei Giovani Democratici, sezione di Albano, Cecchina e Pavona (nei Castelli Romani). L’immagine in bianco e nero ritrae una coppia che, molto romanticamente, sta per scambiarsi un bacio: lui indossa “una” divisa, lei il tipico abbigliamento dell’epoca. Sembrano accomiatarsi prima che lui parta per una missione in nome della libertà e dell’antifascismo. Sulla foto, i Gd hanno apposto il tipo slogan nostalgico resistenziale: “Eppure il vento soffia ancora”.

Black Brain

Ma i “partigiani” sono delle Brigate Nere

Ora, che il vento soffi o meno a noi non è dato saperlo, ma ciò che immediatamente è stato notato da centinaia di utenti social è che quei due non sono affatto due giovani partigiani pronti a combattere fino alla morte contro il Fascismo, anzi! Il soldato ritratto (e i suoi colleghi nelle vicinanze) sono miliziani fascisti delle Brigate Nere. Non solo: alle spalle del miliziano, impegnato in un commovente addio, si riconosce chiaramente Ferdinando Mezzasoma, fedelissimo di Benito Mussolini, ministro della Cultura popolare per la Repubblica Sociale Italiana. Mezzasoma trovò la morte il 28 aprile insieme ad altri 16 gerarchi fascisti per mano dei “resistenti” che i Giovani Democratici intendevano celebrare; anche il suo corpo venne esposto a piazzale Loreto.

Giovani e vecchi, stessa “Storia”

Ovviamente, adesso della foto su internet non c’è più traccia: una volta rimediata la brutta figura, i Giovani Democratici hanno fatto come i vecchi – sono corsi a nascondersi cancellando le prove delle misfatte.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Non mi sopprende questo errore fatto da questi giovani sinistroidi.Il loro cervello e un po confuso da tutta l’erba che si fumano nei loro centri sociali.

Commenta