Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 16 feb – Eric Gobetti è già balzato agli onori delle cronache per le sue idee e i suoi libri “giustificazionisti” sul dramma delle Foibe. Adesso si è fregiato di un altro elemento che lo renderà famoso per cinque minuti: un insulto a Giorgia Meloni.

La Meloni “inchioda” Gobetti

E’ stata la stessa Giorgia Meloni a “inchiodare” pubblicamente questa mattina Gobetti alle sue responsabilità, pubblicando uno screenshot in cui lo storico “rosso” ha scritto così:   “Anche la zocc… La Meloni?”. Il commento risale a circa tre anni  fa e al momento non sappiamo il contesto, ma il significato della parola e il tono – nonché l’avversa parte politica – non lasciano molti dubbi.  “Questo sarebbe ‘l’imparziale’ storico che la sinistra tanto osanna e che porta in giro per l’Italia per spiegare – e sminuire – il dramma delle foibe? Un fine intellettuale assolutamente non di parte, non c’è che dire…”, scrive la leader di Fratelli d’Italia.

Gobetti, “perseguitato” dai fascisti

E dire che fino a qualche giorno fa Gobetti, che non ha mai nascosto le sue simpatie per il regime titino e ha di recente pubblicato un libro dal provocatorio titolo E allora le Foibe? lamentava di essere stato aggredito sui social per le sue opinioni: “In nome dei miei figli e del mestiere di storico, invoco la libertà di studiare e scrivere in tranquillità, senza l’incubo di una aggressione fascista”. Tutto giusto, ma anche l'”eminente” storico che teme queste fantomatiche aggressioni non è indenne dalla polarizzazione di qualsiasi scontro che avviene sui social dove, spesso (se non sempre) volano parole grossissime e si giunge all’insulto. Non è una cosa che riguarda solo quei cattivoni di sovranisti o i fantafascisti che popolano il boschetto della fantasia dei giustificazionisti delle Foibe e dei crimini titini. Chi è senza peccato scagli la prima pietra – o, sui social, il primo insulto.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Quello che bisogna sentire è indegno e vergognoso, ma possibile che questa gente ignori ancora la storia!!!Devo dire che sono contrario alle violenze inutili, ma, anche se non le giustifico, condivido nostalgicamente le idee delle camice nere, per questa gente non c’è alternativa.

Commenta