Lodi, 22 mar – Ha passato decisamente un brutto quarto d’ora il vigilante impiegato presso un supermercato di Sant’Angelo Lodigiano (Lodi), spinto a terra da un cliente insofferente alle norme igieniche anti-Covid in vigore nei luoghi pubblici. L’addetto alla sicurezza aveva chiesto al suo aggressore di igienizzarsi le mani con l’apposito dispenser prima di entrare nell’esercizio commerciale. Lo riporta il Giorno.



Il vigilante al pronto soccorso con sospetto trauma cranico

Per tutta risposta, l’uomo ha spinto il vigilante a terra ed è scappato. La vittima, 41 anni, è stato soccorso da ambulanza e automedica ed è stato portato d’urgenza in ospedale a Lodi per un sospetto trauma cranico. L’aggressore, subito dopo aver compiuto il gesto, ha fatto perdere le proprie tracce: è tutt’ora ricercato dai carabinieri, mentre si attende in attesa la prognosi per il vigilante.

Sempre più insofferenti

Continua a crescere il numero dei fatti di cronaca che vedono sempre più cittadini reagire con violenza all’imposizione delle norme anti- Covid. Il termometro di una insofferenza diffusa che non accenna a placarsi. Si pensi a quanto accaduto in provincia di Ferrara, dove una 75enne ha redarguito un passante perché portava la mascherina abbassata. Per tutta risposta, l’uomo l’ha presa a pugni in faccia. O in provincia di Varese, dove una signora ha segnalato al vigilante di un supermercato la presenza di un 80enne che non voleva mettere la mascherina. Così l’anziano ha tirato fuori un coltello a serramanico e ha tranciato la falange del pollice del marito 57enne della delatrice.

Cristina Gauri 

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Le procedure di igienizzazione (termine che vuol dire tutto e niente), sono inutili senza il successivo risciacquo. Restano moncherini di sporcizia senza una vera e propria azione di pulizia antimicrobica. Una ulteriore sceneggiata con attori pure estemporanei.

  2. Dalle istruzioni dell’amuchina:
    … L’uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire un’idonea terapia… L’applicazione topica del prodotto può dissolvere grumi di sangue e causare sanguinamento… Evitare l’uso contemporaneo di altri antisettici e detergenti… L’ingestione o l’inalazione accidentale può avere conseguenze gravi, talora fatali…

  3. Oramai c’è molta gente che è stata opportunamente terrorizzata dai poteri occulti che vogliono levarci ogni libertà e democrazia.Molti sono sicurissimi che siamo in una situazione simile alla peste ed il problema è che la loro paura viene riversata sugli altri facendoli reagire a loro volta in maniera eccessiva ed illegale.
    Oggi mi è capitato di parlare con uno che diceva che la Zia era morta di covid.Gli ho chiesto quanti anni avesse questa zia e mi ha risopsto 90!!!Quando gli ho fatto presente che poteva anche essere morta di vecchiaia si è offeso!!E’ sempre successo che un novantenne , trovandosi spesso con un sistema immunitario indebolito e magari con altre patologie, prendesse un virus influenzale e andasse al creatore ma l’ignoranza e la paura creata ad arte prende in molti il sopravvento

Commenta