Il Primato Nazionale mensile in edicola

Illustre Presidente Mattarella,



le scrivo come italiana, come donna, come sostenitrice appassionata della nostra Nazione e come voce libera e indipendente dell’informazione. Ritengo, anzi ne sono certa, di non aver mai offeso in alcun modo il suo onore e il suo prestigio. La mia condotta sui social network è da sempre equilibrata, sebbene sia determinata, ostinata e controcorrente. Anche a chi mi insultava e minacciava di morte su Twitter, ho sempre risposto con pacatezza. Caro Presidente, quale garante della nostra Costituzione, può verificare facilmente che i miei post a lei rivolti erano una semplice e misurata manifestazione del libero pensiero che in Italia è un diritto garantito dall’articolo 21. Per questo motivo, l’accusa di vilipendio suona veramente stonata e fuori luogo.

Chiedere di indire elezioni politiche e di occuparsi degli italiani stremati dalla crisi economica causata dalla pandemia, non lede in alcun modo il suo onore. Evidenziare che un cavalierato della Repubblica da lei assegnato potrebbe essere finito nelle mani di una persona con un passato discutibile, non lede in alcun modo il suo prestigio e, peraltro, fa parte del mio lavoro di inchiesta.

Riprendendo Vittorio Feltri, “Se a un cittadino si vieta di esternare una idea sul Colle significa renderlo vittima di censura, ed è costui che dovrebbe denunciare la limitazione inflittagli dallo Stato attraverso i suoi organi”, ed è quello che io sto facendo con questa lettera aperta che sottopongo alla sua attenzione. Io sono sicura che lei non fosse a conoscenza dell’iniziativa della Procura di Roma nei miei confronti e nei confronti degli altri dieci indagati. Non ritengo altresì che lei Presidente, come garante della nostra Costituzione, avrebbe assecondato una simile azione così oppressiva e non degna di uno Stato democratico. Purtroppo, ormai è noto a tutti gli italiani il periodo buio che sta attraversando la giustizia italiana, tra scandali e nomine illegittime.

Non mi dilungo ulteriormente, ma sono certa che lei, che è anche il mio Presidente, vorrà pronunciarsi al più presto su questo teatro tragicomico e su questo tentativo malcelato di oscurare la voce di un’italiana.

Francesca Totolo

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Paura adesso e’, usate le peggio schifezze per nascondervi poi quando siete sul punto di essere beccati scrivete le letterine… dai che siete patetici.

  2. quoto OGNI parola di questo articolo.
    e suggerisco caldamente al sig PDR di darsi da fare di persona e anzichè su queste stupidaggini,dedicare la sua attenzione a controllare l’operato SIA dei partiti di governo,che un giorno si e l’altro pure stanno distruggendo il paese e opprimendo i cittadini…CONTRO espliciti articoli della stessa costituzione che lei ha giurato di difendere,
    SIA vigilare meglio sull’operato della magistratura di cui è presidente.
    ENTRAMBI stanno ledendo GRAVEMENTE il suo prestigio:
    perchè un pdr che NON difende i propri cittadini…e non fa il suo lavoro di controllo delle istituzioni puntigliosamente e religiosamente….
    ci fa una PESSIMA figura:quella di chi non serve a niente.

    ed è in affollata compagnia,comunque…
    a cominciare da napolitano,scalfaro,ciampi ecc

    PS:
    l’unico presidente della repubblica VERAMENTE amato dal popolo nell’ultimo mezzo secolo…
    è stato Pertini.
    e CASUALMENTE,è considerato da partiti e istituzioni come il peggior presidente che si ricordi:
    come mai?
    forse perchè non si voltava dall’altra parte,quando vedeva delle porcherie?
    io ci metterei un bel SI’.

  3. se il capo del csm e’ mattarella,credo proprio che lo sapesse quello che vi sta’ succedendo,se tutti “tifano” per l’unico stato “democratico”del medio oriente,non e’ che non sanno che stanno utilizzando armi vietate come il fosforo.il periodo che stiamo vivendo fu descritto da un grande filosofo cileno 25 anni fa’.questo periodo puo’ terminare soltanto con una rinascita “sociale”dove Dio Patria e Famiglia tornino ad avere un luogo di realta’ fuori dall’algoritmo dominante.solidarieta’ a te e tutti i censurati.

  4. “usate le peggio schifezze per nascondervi poi quando siete sul punto di essere beccati scrivete le letterine” per tale marco presumo di qualche centro dissociale….ma voi chi? anche oggi avete omessso la terapia di PROZALAM e barbiturici….vabbuo’ domani è un altro giorno …su FB a vivere di follie!

Commenta