Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 nov – Anche le Mascherine Tricolori scendono in piazza a Roma insieme ad albergatori, Ncc, ristoratori e tutte le categorie rimaste penalizzate dai decreti, dai Dpcm e dalla “potenza di fuoco” millantata dal governo Conte:

La protesta delle Mascherine contro Amazon

Dopo il blitz davanti alle sedi Amazon di giovedì, al grido di  “Mentre l’Italia collassa, Amazon ingrassa”, protesta che evidenza lo squilibrio accentuato dall’emergenza Covid nel commercio: piccoli negozianti costretti a chiudere mentre i grani distributori appunto, “ingrassano”, oggi le Mascherine Tricolori scendono in piazza al fianco dei commercianti penalizzati dai lockdown a singhiozzo del governo Conte.

“Le Mascherine Tricolori appoggiano la protesta”

“Sono qui con le Mascherine Tricolori perché anche noi appoggiamo questa protesta” ci dice Ilaria “io sono rappresentante, molti di noi non rientrano nelle categorie oggetto dei ristori. Noi scontiamo la grande incertezza sui colori delle regioni: il lavoro è sceso per tutte le categorie, per tutti gli imprenditori, a dire che il governo può e deve fare di più. Questo governo ha già fallito la sua missione”. “A giugno ci hanno detto che la crisi era finita e non hanno messo in sicurezza il sistema sanitario. E ora noi richiudiamo, con molte meno risorse: non ci sono ristori, e non ci fanno lavorare. E nel frattempo noi abbiamo investito per mettere in sicurezza le nostre attività”.

“Noi negazionisti? Non è vero”

“Noi non neghiamo che il virus esista” dice Ilaria “neghiamo che questo governo abbia fatto qualcosa per fronteggiarlo. Ci hanno fatto chiudere per mettere in sicurezza il sistema sanitario”.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta