Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 nov – Migliaia di persone stanno protestando davanti alla sede della Regione Campania contro le restrizioni imposte dal governo per contrastare il coronavirus. A Napoli, in via Santa Lucia, in particolare molti ambulanti e operatori dei mercati stanno portando avanti una manifestazione che era stata annunciata per la giornata di oggi. Ma la notizia sulla zona rossa per la Campania ha scatenato la rabbia di altri cittadini, che hanno deciso di scendere spontaneamente in strada per contestare la decisione governativa.

Nei giorni scorsi i mercatali campani avevano annunciato proteste contro il Dpcm, perché prevede la chiusura nel fine settimane dei mercati non alimentari anche nelle zone gialle, in cui sinora rientrava la Campania. Inutile dire che adesso la proclamazione della zona rossa non ha fatto altro che esacerbare gli animi già piuttosto accesi e a Napoli la tensione è alta. I manifestanti, che gridano “libertà” e “lavoro”, si stanno scagliando soprattutto contro il governo Conte e il governatore De Luca. Gli ambulanti chiedono tutele e aiuti concreti perché “per noi non ci sono ristori nel Dpcm” e “già eravamo morti quando siamo rimasti aperti”.

 

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

Commenta