Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 gen – Non bastavano le possibili lectio moraliste della Jebreal a corollario del festival di Sanremo: un articolo apparso ieri sul Corriere della Sera svela che il progetto della giornalista italo-palestinese è quello di portare Michelle Obama, moglie dell’ex presidente Usa Barak Obama, sul palco dell’Ariston. La Jebreal infatti starebbe trattando proprio in questi giorni con Amadeus a proposito di questa partecipazione. La bufera mediatica dei giorni scorsi, sorta in seguito all’indiscrezione di Dagospia riguardo al partecipazione della Jebreal e rimbalzata immediatamente su giornali e piattaforme social, avrebbe però costretto la Rai a congelare temporaneamente la trattativa a pochi giorni dalla firma del contratto.



Prediche dalla moglie del guerrafondaio

L’intenzione della ex pupilla di Santoro è quella di intervistare la ex first lady d’America durante la serata inaugurale del Festival. Tema: la violenza contro le donne. L’idea non è nuova: la Jebreal l’aveva già “buttata lì” durante la sua partecipazione al programma di Fazio nell’ottobre scorso. Insomma, siamo tutti ansiosi di ascoltare l’ennesima predica pseudo femminista contro la violenza e la “disparità di genere” dalla bocca di una delle donne più privilegiate del mondo: una donna sposata con uno dei presidenti Usa più guerrafondai degli ultimi decenni, che in otto anni di mandato non si è fatto scrupolo di bombardare Siria, Libia, Iraq e Afghanistan, Yemen, Somalia e Pakistan. Ma forse le centinaia di migliaia di donne vittime dei bombardamenti ordinate negli anni dal marito non entrano nella conta delle violenze.

Black Brain

I commenti

I commenti negativi alla notizia della probabile illustre partecipazione non si sono fatti attendere. Come quello del professor Alessandro Meluzzi su Twitter, che scrive “Rula Jebreal vorrebbe fare aprire il festival di Sanremo da Michelle Obama. Chissà per che cifra. Perché non da Soros in persona laurea honoris causa Università di Bologna voluta da Prodi per avere distrutto la Lira con lurida speculazione?”, ha attaccato a testa bassa. 

Anche Maurizio Gasparri commenta negativamente in una nota: “La giornalista è già nota per le polemiche che ha animato, definendo razzisti coloro che non la pensano come lei. Già non si capisce la sua presenza a Sanremo, perché non risulta essere un’esperta di musica. Né la rassegna deve diventare un palco per comizi di vario tipo. Poi scegliere, nell’anno delle presidenziali americane, una tribuna di questo tipo per una passerella di Michelle Obama, è un’autentica provocazione. Ma i vertici della Rai non hanno altro a cui pensare?”

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. “Belle donne” che non sono mai contro gli stupefacenti che neutralizzano i loro figli, che sono causa di violenza ben poco virile e affettiva e che impestano pure loro! Donne ignoranti e/o preda di patologie…

  2. Guarda là che faccia da esaltata sta Obbbbama… Pare la versione negra della Gretina (sarà il segno zodiacale?).

  3. ru rru” ula’ uula” ?? PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR………………………………………..

  4. Già il festivaldellacanzoneitaliana fa cagare di suo DA ANNI , una sorta di ZOMBIE televisivo ,
    ma se lo fai diventare un pippone politicalycorrect , antifa , cippadistaminchia …

    STACCATE LA SPINA ! E’ MORTO !!!!!!!!

    noi contribuenti e paganti canone SENZA guardare MAI la RAI …. gradiremmo avere un dettaglio dei costi ,
    Quanto date alla sciampista/estetista israeliana ?
    quanto pagherete la moglie di Hussain Banana ???

    thanks for info , and FUCKU

    WP

Commenta