Milano, 1 ott –  «Sono stata violentata, aiutatemi, non so dove mi trovo” queste le parole di una trentacinquenne  che domenica scorsa ha telefonato alle forze dell’ordine da un appartamento a Sesto San Giovanni.

La violenza a Sesto San Giovanni

Il colpevole della violenza sessuale è poi risultato essere un, 43enne immigrato peruviano, irregolare in Italia e con alcuni precedenti. La donna si sarebbe recata a casa di un conoscente comune; non aveva ancora mai incontrato il sudamericano che poi l’ha violentata. Le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire esattamente la dinamica dell’aggressione. L’elemento certo, stando a quanto riportato da Il Giornale, è che la donna conoscesse già da tempo il primo uomo, un trentacinquenne, e si fidasse di lui.

L’intervento dei Carabinieri

Sempre secondo alcune ricostruzioni parziali, i tre avrebbero fatto uso di alcol e sostanze stupefacenti nel pomeriggio di domenica. Poi l’uomo che la vittima già conosceva si sarebbe allontanato: ed è allora che  il 43enne peruviano accusato della violenza sessuale avrebbe aggredito la donna. I Carabinieri, intervenuti immediatamente dopo la segnalazione della donna, le hanno trovato sul corpo graffi e lividi. Questi sarebbero la testimonianza del tentativo di difesa della donna dall’aggressione del peruviano. Questi, in fuga, è stato immediatamente rintracciato dalle forze dell’ordine. Il peruviano a questo punto è risultato essere irregolare nel nostro Paese e in possesso di una serie di precedenti per resistenza a pubblico ufficiale.

Ilaria Paoletti

1 commento

Commenta