Il Primato Nazionale mensile in edicola

Napoli, 2 nov – Da tre settimane Conte sforna un Dpcm dietro l’altro con cui restringe progressivamente la libertà di movimento degli italiani. Degli italiani, perché gli immigrati evidentemente non si sentono tirati in causa dai decreti firmati dal premier: come successo a Napoli, dove almeno 200 stranieri – per lo più di origine africana – si sono riuniti in un circolo in via Michele Morelli, nella zona di Borgo Sant’Antonio Abate, per partecipare ad una festa abusiva ben oltre l’orario consentito di apertura dei locali. Una limitazione che gli esercenti italiani rispettano, pur sapendo che li farà finire dritti sul lastrico.

Non è stato invece il caso di questi extracomunitari che si sono ritrovati per strada festeggiando al ritmo di musica e consumando alcolici. All’arrivo delle forze dell’ordine, allertate da un testimone, gli immigrati, furibondi per l’interruzione della festa, hanno aggredito agenti e militari dell’Arma con lancio di bottiglie e altri oggetti contundenti e danneggiando gli arredi urbani. Il video che pubblichiamo, condiviso da Radio Savana sul proprio canale Twitter e diventato virale nelle ore scorse, mostra i momenti in cui gli immigrati oppongono resistenza alle forze dell’ordine scatenando l’inferno per strada. In aiuto dei primi mezzi sono poi giunte altre volanti di rinforzo. Risultato: 8 agenti feriti. 

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta