Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 20 apr – Arriva un segnale di speranza dalla regione epicentro del contagio di Covid-19. Uno dei cinque reparti di terapia intensiva allestiti per fare fronte al flusso di malati gravi di coronavirus del Niguarda di Milano ha chiuso, e verrà riconvertito alla sua precedente mansione. «L’emergenza non è terminata e non possiamo assolutamente abbassare la guardia. Ma una prima buona notizia c’è: il calo degli ultimi giorni di nuovi pazienti positivi ci ha permesso di chiudere una delle 5 terapie intensive che in questi due mesi abbiamo dovuto aprire per l’assistenza dei malati Covid». Lo annuncia lo staff medico sanitario dell’ospedale Niguarda di Milano, che in un post su Instagram annuncia di essere pronto a riorganizzare il reparto.



Cauta gioia

Le immagini del video di corredo al messaggio mostrano il personale impegnato nelle fasi di riallestimento e, negli ultimi fotogrammi, lo vedono esprimersi in una cauta manifestazione di gioia per il risultato conseguito. «E’ un piccolo passo, ma importantissimo», spiegano. Sono 27 i posti letto liberati «che fino a pochi giorni fa avevano accolto pazienti in condizioni gravissime a causa del virus. Adesso il reparto verrà riorganizzato e sanificato per poter ripartire! E alla fine… la gioia di chi, negli ultimi 50 giorni, ha lavorato in questo reparto con tantissima dedizione, professionalità, responsabilità e sensibilità… grazie!».

Black Brain

Secondo i dati ufficiali diffusi dalla protezione civile in Lombardia, dall’inizio dell’epidemia, 66.236 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2. Di queste, sono decedute 12.213 persone e ne sono guarite e dimesse 42.759. 

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta