Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 set – “L’obbligo del green pass è un buon primo passo, andrebbe esteso a tutti“: è la sparata del consigliere del ministro della Salute Walter Ricciardi. Intervenuto a Sky Tg24 il medico che in passato si è distinto per i suoi toni catastrofici circa l’andamento della pandemia, ha detto la sua sulle restrizioni in vigore. Ricciardi non ha dubbi: ogni mezzo vale pur di convincere tutti a vaccinarsi. Per arrivare a una copertura almeno dell’80%.



Ricciardi: “Superare 80% di vaccinati per dare un po’ di sicurezza”

“L’obiettivo strategico è quello di vaccinare la più grande maggioranza degli italiani entro l’anno – spiega Ricciardi – in questo momento siamo al 71%, dobbiamo superare quota 80 che è l’obiettivo finale per garantire un po’ di sicurezza al Paese. Ma quello ulteriore sarebbe superare il 90%”. Un traguardo a dir poco ambizioso. Per farlo, secondo il consigliere del ministro Speranza, bisogna “ampliare tutti gli strumenti persuasivi, dobbiamo venire incontro a tutti coloro che non hanno ancora la vaccinazione. Per esempio rafforzando la capacità dei medici di medicina generale di convincere i loro pazienti”. Altrimenti – ecco l’allarmismo di cui Ricciardi è campione – non si potranno evitare “le migliaia di morti da Covid-19”. Un funesto presagio che accomuna il medico ex attore al sottosegretario alla Salute Sileri, il quale è arrivato a dire che il Covid è peggio del cancro.

Black Brain

“Green pass? D’accordissimo a estenderlo a tutte le attività”

Sul fronte delle restrizioni, Ricciardi dice candidamente che andrebbero estese a tutti. Si dice “d’accordissimo a suggerire l’estensione del green pass a tutte le attività, trasporti e lavoro, perché in questo modo si garantirà non soltanto la sicurezza e la salute delle persone che lavorano o vanno a scuola, ma si garantisce anche lo svolgimento delle attività”. “L’economia – afferma convinto – non può riprendere in maniera completa e garantire posti di lavoro e prosperità se non c’è la salute”. Dove la salute sarebbe l’obbligo del green pass, sia chiaro.

“Obbligo vaccinale? E’ una scelta politica”

A proposito dell’obbligo vaccinale, Ricciardi non si dice contrario ma esprime perplessità. “Si sta trasformando un problema sociale, ossia quello che ci ha portato alle chiusure, in un problema individuale. Lo Stato si dovrebbe porre il problema, anche per coloro che hanno paura di vaccinarsi, di incoraggiarli come sta facendo con il green pass. Oppure, ma questa è una scelta politica, introducendo l’obbligo”. Attenzione, dunque: il consigliere di Speranza parla di “scelta politica”, e non di decisione necessaria dal punto di vista medico e sanitario.

“Terza dose di vaccino necessaria, a partire da anziani e più fragili”

Sulla terza dose di vaccino – neanche a dirlo – Ricciardi dice che è necessaria, a partire da anziani e soggetti più a rischio. “Si deve partire proprio da loro, dalle persone che sono state vaccinate per prime, le più fragili, che nel momento in cui non le riproteggessimo si troverebbero vulnerabili di fronte a questa variante Delta”, spiega. La terza dose potrebbe “essere in partenza in autunno per queste persone e poi pian piano vediamo. Perché c’è anche il problema degli operatori sanitari”, che si sono vaccinati tra gennaio e febbraio.

“Vaccinare pure i bambini under 12, autorizzazione in arrivo”

Non pago, infine, Ricciardi si dice favorevole alle vaccinazioni per i bambini con meno di 12 anni. Come è noto attualmente sono esclusi dalla campagna vaccinale perché non ci sono vaccini approvati per questa fascia d’età. Ma l’esperto plaude alle sperimentazioni in atto: “Stanno avendo risultati eccellenti”. I vaccini sarebbero già sicuri, secondo lui, ma si deve attendere la certezza assoluta della loro validità. “Credo che questo avverrà entro fine anno, quindi tra fine anno e l’inizio dell’anno prossimo potrebbe arrivare anche l’autorizzazione per i bambini“.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Questo Riccirdi, ex attore di film di serie C, pensa di essere ancora sul set di qualche film di fantascienza ?Il potere si affida all’ igienista; si vede che sono disperati o che non hanno mai avuto di meglio.E’ la stessa green pass dittatoriale che non regge; chi è vaccinato infetta come o piu’ degli altri ma è il solo che puo’ girare??

Commenta