Roma, 12 ott – Più di 40 matrimoni fittizi registrati e un giro di affari che si aggirava intorno ai 200mila euro, questi i numeri dell’organizzazione accusata di gestire svariati “matrimoni di comodo” tramite i quali stranieri extracomunitari, soprattutto clandestini e irregolari, riuscivano ad avere il permesso di soggiorno sposando cittadini italiani. Sono diciotto le misure cautelari per gli arrestati, tra i quali diverse donne italiane e marocchini, gravemente indiziati di associazione per delinquere finalizzata a favorire l’immigrazione clandestina e l’indebita permanenza nel territorio italiano di immigrati.

Permesso di soggiorno in cambio di soldi

Il gruppo criminale era ramificato sul territorio campano, con base a Napoli nel quartiere di Ponticelli ma si stimano operazioni su tutta la penisola. I cittadini italiani percepivano, in cambio della loro disponibilità al matrimonio, un corrispettivo in denaro, mentre ai cittadini extracomunitari veniva richiesta per il servizio una cifra compresa fra i 5000e i 6500 euro in contanti. In questo modo gli stranieri avevano la possibilità di richiedere il rilascio del permesso di soggiorno. Una delle donne che lavorava in un bar di Ponticelli si è sposata cinque volte. Matilde Macciocchi, considerata il cervello dell’organizzazione secondo gli inquirenti, rispondeva così ad un immigrato marocchino in una telefonata intercettata, istruendo lo stesso che ha appena avuto un bimbo garantendogli che ora avrà subito il permesso: “Sei papà di un bimbo italiano nato in Italia, hai capito? Facciamo bordello questa volta” e ancora “Dammi una ragazza qui a Milano e il resto ci penso ioPorta qualcosa di soldi, porta qualcosa per il Comune che facciamo controllo e tutto, domani chiudiamo”.

Criminalità e immigrazione

La stretta connivenza tra la criminalità e chi favorisce l’immigrazione clandestina si fa ogni giorno sempre più chiara, facendo guadagnare milioni di euro ogni anno alle organizzazioni che lucrano su questo fenomeno. L’Italia è uno dei paesi del vecchio continente che sta subendo maggiormente la problematica, ogni giorno si registrano centinaia di nuovi arrivi sulle nostre coste, i quali vanno ad ingrossare le masse di irregolari già presenti, portando degrado e insicurezza nelle nostre città.

Andrea Grieco

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta