Il Primato Nazionale mensile in edicola

Livorno, 30 giu – Quanto accaduto questa mattina a Campiglia Marittima, in provincia di Livorno, rischia di rovinare la giornata è qualcosa di decisamente vomitevole. Una vergognosa e inaccettabile barbarie. Il video, pubblicato questa mattina sui social da molti utenti, immortala un uomo africano intento ad arrostire un gatto su di una brace di fortuna davanti alla stazione di Campiglia. I carabinieri hanno identificato il 21enne straniero, irregolare sul territorio italiano, che, in teoria, sarà denunciato. Gli uomini dell’Arma sono intervenuti poco prima delle 7 di stamani dopo svariate telefonate di cittadini scandalizzati dal gesto selvaggio.

Nel video si vede chiaramente una signora inveire contro l’immigrato, che in risposta la manda via, puntando un oggetto verso di lei e borbottando parole incomprensibili. La donna richiama più volte lo straniero, facendogli notare di avere con sé un pacchetto di sigarette e, quindi, avere anche la possibilità economica per acquistarsi da mangiare senza dover evidentemente arrostire un felino.

Sul manto stradale in prossimità dell’improvvisato barbecue, si distinguono chiaramente macchie di sangue sparse, segno forse che il felino è stato più volte sbattuto a terra qua e là. Una lugubre colazione che qualcuno vorrebbe ostinarsi a giustificare con le solite scusanti dovute agli usi e costumi di culture diverse. E invece è un atto di inciviltà non tollerabile.

Andrea Bonazza 

17 Commenti

  1. Secondo i dati diffusi dall’Aidaa ogni hanno in Italia 6-7 mila i gatti vengono «allevati, cacciati o semplicemente uccisi a scopo alimentare, il 10% di tutti i gatti scomparsi ed abbandonati».
    Soprattutto in Veneto, sembra.

  2. Negro Schifoso! Se lo avessi incontrato io gli avrei preso lo scalpo! Questi Primati sono l’immondizia che importiamo grazie alle Carole Rackhete, e ai criminali di Sinistra. Uno così bisognerebbe impiccarlo in mezzo alla strada, come monito per i suoi colleghi dalla pigmentazione scura.

  3. Povero gatto , vittima non solo degli immigrati ma dei loro amici .
    Ma confido in Dio o ciò che più gli assomiglia che nulla resterà impunito .

  4. Non gli faranno un bel niente, come a tutti quei negri delinquenti ventenni clandestini che facciamo entrare a braccia aperte per farci sostituire. La nostra civiltà è finita, l’Italia diventerà nel giro di pochi anni come un qualsiasi paese subsahariano.
    Qualcuno pagherà per questo? Ne dubito!

  5. Ecco un bianco che pensa ti essere superiore quello che ha fatto quel ragazzo che tu permetti di chiami negro è una cosa che non si debba fare perché il gatto è sempre stato un compagno dell’uomo tu che sei un cretin* il più sfortunato tra i bianchi e anche messo male già dalla nascita e fiero di essere un razzista con una grande testa di cazz* che ti permetti di dare del negro e offendere tutti i neri che non hanno fatto niente per una persona nera che fatto una cazzat* veramente al posto tuo mi vergognerei perché sei lo schifo mai esistito alla faccia di questa Terra mannaggia te e fortuna a te che non sono razzista come te se lo fossi veramente ti direi delle cose che non dimenticheresti sino all’ultimo respiro della tua vita schifoso mi fai pena povero tra gli esseri umani nemmeno all’inferno di Dante c’è il tuo posto odiare le persone solo perché hanno una carnagione diversa da tua ma vaffancu**

  6. Ecco un bianco che pensa ti essere superiore quello che ha fatto quel ragazzo che tu permetti di chiami negro è una cosa che non si debba fare perché il gatto è sempre stato un compagno dell’uomo tu che sei un cretin* il più sfortunato tra i bianchi e anche messo male già dalla nascita e fiero di essere un razzista con una grande testa di cazz* che ti permetti di dare del negro e offendere tutti i neri che non hanno fatto niente per una persona nera che fatto una cazzat* veramente al posto tuo mi vergognerei perché sei lo schifo mai esistito alla faccia di questa Terra mannaggia te e fortuna a te che non sono razzista come te se lo fossi veramente ti direi delle cose che non dimenticheresti sino all’ultimo respiro della tua vita schifoso mi fai pena povero tra gli esseri umani nemmeno all’inferno di Dante c’è il tuo posto odiare le persone solo perché hanno una carnagione diversa da tua ma vaffancu**

    • Nessuno pensa di essere superiore a alcun altro! Ma la tua genia, che ha tante peculiarità, possiede dei difetti endemici. Se non vuoi farti chiamare Negro, puoi tornare da dove sei venuto, oppure trasferirti dove non te lo diranno. Così ho fatto io, quando vivevo in Africa, e mi stancai di farmi trattare come una persona differente a causa della mia pigmentazione chiara. Semplice! Smettetela di fare le vittime, non lo siete e neppure avete degli svantaggi, anzi, direi che, attualmente, siete dei privilegiati. Quindi, io non odio nessuno, sono solo un vegetariano che vive coi gatti, di conseguenza, il mio risentimento è del tutto legittimo, verso un Subumano che decide di accanirsi crudelmente verso un essere vivente indifeso. Lo schifoso è il tuo Fratello Africano, a fare in culo ci vai tu, e ti devi, inoltre vergognare per come scrivi ed esprimi, BALUBA!

  7. Le parrocchie e le mense solidali danno pasti gratis a tutti,quindi la fame non c’entra. Un gesto di inciviltà? Gettare un mozzicone per terra è un gesto di inciviltà. Quello compiuto dall’irregolars è molto di più: barbarie, indifendibile. Un essere così è un criminale, feccia dell’umanità

  8. L’uccisione di animali, in diritto penale, è il reato previsto dall’art. 544-bis del codice penale ai sensi del quale: «Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da 4 mesi a 2 anni.». Ed inoltre:«La crudeltà è di per sé caratterizzata dalla spinta di un motivo abbietto o futile. Rientrano nella fattispecie le condotte che si rivelino espressione di particolare compiacimento o di insensibilità», con «atti concreti di crudeltà, ossia l’inflizione di gravi sofferenze fisiche senza giustificato motivo».
    A questo vorrei aggiungere che, chi difende questi deplorevoli personaggi appigliandosi a idelogie presunte progressiste (del tipo “i gatti se li sono sempre mangiati”) arrivando a disprezzare la cultura e la sensibilita’ dei bianchi (con la storia dei razzisti,nazionalisti,fascisti,estremisti,ecc.) per difendere quella dei neri, incorre per primo nel reato di razzismo punibile sia sotto l’aspetto umano che penale.
    Concludendo, la vita animale e’ preziosa quanto quella umana per cui va difesa e rispettata, sempre e comunque!

  9. Un gesto a dir poco abominevole che personalmente punirei con la morte in pasto ai leoni (sorta di vendetta), indipendentemente dall’etnia di chi lo ha compiuto.
    Vedendo gli altri commenti, vorrei provare a chiarire una cosa:
    B.B King: grandissimo musicista afro-americano
    Quello nel video: nient’altro che un negro di merda