Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 feb – San Marino ha iniziato ieri la somministrazione del vaccino russo Sputnik V ai cittadini. Un Vax-Day inaugurato con 25 persone del mondo sanitario vaccinate. Anche se l’avvio vero e proprio della campagna vaccinale è previsto per la prossima settimana, già annunciata dalla Serenissima Repubblica per l’inizio del 2021 e poi rimandata a causa dei ritardi nelle consegne delle dosi previste. San Marino aveva infatti firmato un protocollo d’intesa con l’Italia, per assicurarsi la fornitura di vaccini contro il Covid. Il tutto seguendo le linee guidate previste dall’Oms, per una copertura cioè del 70% della popolazione. A San Marino le dosi attese non sono però arrivate, neppure una delle 50mila previste dall’accordo con l’Italia. Di conseguenza la Repubblica del Titano ha deciso di rivolgersi alla Russia per ottenere lo Sputnik.



Lo Sputnik-day a San Marino

E così è stato, dopo il protocollo firmato con l’Istituto Nazionale Nicolai Gamaleya di Mosca, all’ospedale di Stato di San Marino sono state somministrate le prime dosi del vaccino russo. “Con oggi prende ufficialmente avvio la campagna vaccinale anti-Covid della Repubblica di San Marino – ha fatto sapere ieri il Comitato Esecutivo dell’ISS, l’Istituto per la sanità e la sicurezza sociale – Siamo molto contenti di poter finalmente procedere con la vaccinazione del personale sanitario e poi del resto della popolazione. Il vaccino infatti, rappresenta l’arma migliore per combattere la pandemia di Covid-19. Si tratta comunque di una vaccinazione mentre la pandemia è ancora in corso, quindi si ribadisce l’importanza di mantenere il distanziamento sociale, l’utilizzo della mascherina, l’igiene della mani e tutte le norme di profilassi per continuare a contrastare la diffusione del virus Sars-CoV-2”.

Boom di richieste dall’Italia per lo Sputnik, ma…

Come detto la campagna vaccinale vera e propria inizierà a San Marino la prossima settimana, a partire da lunedì. Da oggi comunque tutti i sanmarinesi con più di 75 anni potranno prenotare il vaccino anti Covid. Ma a meno di 24 ore dallo “Sputnik-day”, alla Repubblica del Titano stanno arrivando moltissime richieste da parte di cittadini italiani che vorrebbero farsi somministrare il vaccino russo. Dalla Romagna in particolare, ma anche da Lombardia e Liguria, si sta verificando un boom di domande.
Da San Marino però hanno già risposto picche. “Da cittadini italiani residenti perlopiù in Romagna ci stanno arrivando richieste per poter comprare le dosi – ha fatto sapere Alessandra Bruschi, direttore generale dell’Istituto di sicurezza sociale sammarinese – ma i vaccini saranno somministrati soltanto a sammarinesi, secondo le fasce di priorità”.

Alessandro Della Guglia



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta