Home » Solo 5 condanne per Rigopiano, la rabbia dei familiari: “Vergogna. Ingiustizia è fatta”

Solo 5 condanne per Rigopiano, la rabbia dei familiari: “Vergogna. Ingiustizia è fatta”

by Andrea Grieco
2 comments
rigopiano

Roma, 24 feb – Caos, polemiche e rabbia per la sentenza pronunciata dal gup del Tribunale di Pescara in merito alla tragedia dell’Hotel Rigopiano di Farindola, piccolo comune in Abruzzo della provincia pescarese situato nell’area Vestina, che venne travolto e distrutto da una valanga il 18 gennaio 2017 procurando 29 morti fra ospiti e dipendenti della struttura. In seguito ad un’inchiesta della procura del capoluogo abruzzese andata avanti per quasi due anni, solo cinque condanne, di cui tre per responsabilità legate alla sicurezza stradale e all’agibilità del resort, e 25 assoluzioni perché “il fatto non sussiste”, tra cui anche l’ex prefetto e l’ex presidente della Provincia.

Assolti quasi tutti gli imputati per il disastro di Rigopiano

Dalla Procura, attraverso il pm Giuseppe Bellelli, erano stati chiesti in totale 150 anni di reclusione per i 30 imputati, tra i quali figuravano politici, funzionari, dirigenti della Prefettura e i gestori dell’Hotel Rigopiano. Disastro colposo, omicidio plurimo colposo, lesioni plurime colpose, falso, depistaggio ed abuso edilizio i reati che erano stati contestati in aula. Gli unici condannati, con pene lievi, sono stati l’ex sindaco Lacchetta a 2 anni e 8 mesi, due dirigenti della provincia a 3 anni e 4 mesi ciascuno e il gestore dell’Hotel, con un tecnico della struttura, a 6 mesi di reclusione.

Le colpe di un sistema

Al termine della sentenza è scoppiata la rabbia dei familiari delle vittime, tra le urla: “Vergogna, vergogna. Ingiustizia è fatta. Assassini. Venduti. Fate schifo”. L’escandescenza della situazione ha fatto sì che intervenissero le forze dell’ordine per scortare i giudici, i quali, lasciando l’aula, hanno non hanno comunque estirpato i forti dubbi sulle reali colpe di un intero sistema amministrativo che non è riuscito ad evitare una situazione prevedibile oltre che non essersi fatto trovare pronto nel momento del bisogno.

Andrea Grieco

You may also like

2 comments

s 24 Febbraio 2023 - 3:15

vabbe’ , questi che vogliono??? ergastolo? ma che volevano la pena di morte? e’ una disgrazia una cosa immensa una sciagura imprevedibile ,, e che vogliono che condannino uno perche’ non ha costruito bene 40 anni fa? e andiamo ! mi dispiace per le vittime ma anche i familiari che vogliono??’ i soldi o la pena di morte?

Reply
d 24 Febbraio 2023 - 7:13

e vabbe ma che volete la sedia elettrica? e andiamo ! e0 stata una disgrazia la colpa non e’ di nessuno ma che volete li milioni?

Reply

Commenta

Redazione

Chi Siamo

Il Primato Nazionale plurisettimanale online indipendente;

Newsletter

Iscriviti alla newsletter



© Copyright 2023 Il Primato Nazionale – Tutti i diritti riservati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: