Roma, 18 lug – Due ragazze si baciano a bordo strada, una suora passa di lì per caso e le nota, chiedendo loro: “Che fate, che fate?”, per poi andarsene facendo il segno della croce in nome di “Gesù, Giuseppe e Maria” e commentando il bacio fra le due: “È il diavolo!”. Il siparietto è successo a Napoli, per la precisione nei Quartieri Spagnoli. Le ragazze rispondono un po’ imbarazzate, ma con un sorriso. Intanto qualcuno sbuffa: “Stiamo lavorando”. Il tutto immortalato in un video divenuto subito virale.

Suora interrompe bacio fra due ragazze, ma sono due modelle

Le due giovani non erano due ragazze qualsiasi. Si chiamano Serena de Ferrari e Kyshan Wilson. Sono due attrici e modelle, entrambe parte del cast della serie tv “Mare fuori”. Si trovavano nei Quartieri Spagnoli per uno shooting fotografico, il quale prevedeva appunto anche il bacio saffico poi interrotto dalla suora. Bacio che evidentemente non è piaciuto alla suora, che è corsa versa le due modelle domandando, fra l’incredulo e il sorpreso: “Che fate?”. Le due ragazze si allontanano e qualcuno dalla troupe risponde annoiato alla suora: “Stiamo lavorando”. L’anziana suora si guarda intorno ed esclama: “È il diavolo!”. A questo punto si fa il segno della croce ed invoca “Gesù, Giuseppe e Maria”.

Sulla questione è intervenuta anche Roberta Mastalìa, make up artist che stava lavorando al servizio fotografico delle due modelle. A Fanpage ha raccontato un po’ piccata: “Eravamo ai Quartieri Spagnoli, in un vicoletto e stavamo facendo uno shooting per una rivista con le due protagoniste di Mare Fuori come modelle. All’improvviso è arrivata una suora, chiedendoci se fossimo andati a Messa la mattina. Quando le abbiamo risposto di no, che non eravamo andati a Messa, ha iniziato ad incolpare la nostra generazione per il Coronavirus. Poi si è resa conto che le modelle stavano posando baciandosi ed è corsa a dividerle”. Com’era prevedibile il video ha fatto il giro del web, suscitando l’ironia dei più, anche se c’è già chi si indigna e accusa la suora di omofobia.

Michele Iozzino

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta