Roma, 19 nov – Tentato stupro sul convoglio Trenord diretto a Milano Porta Garibaldi. Sono stati attimi di puro orrore per la vittima, una milanese di 28 anni che durante la serata dello scorso 15 novembre è stata oggetto di violenza da parte di un ragazzo nordafricano. La ragazza si trovava sola con il proprio aggressore all’interno della carrozza: l’individuo ha approfittato della situazione per spingerla in un angolo, cercando di strapparle i vestiti e palpeggiandola.

Nonostante tutto, la donna è riuscita a resistere all’aggressione e ha urlato per attirare l’attenzione degli altri passeggeri del convoglio. Così è stato: il capotreno e gli altri viaggiatori sono stati messi in allarme dalle grida della vittima e sono tempestivamente intervenuti per fermare la violenza. Nel frattempo, purtroppo, il treno si era fermato nella stazione di Seregno: l’aggressore, colta la palla al balzo, è riuscito a scappare dileguandosi nel buio.  

In stato di shock e con una ferita alla spalla provocata da un morso del magrebino, la 28enne è stata soccorsa dai passeggeri del treno, che hanno provveduto a rassicurarla e a contattare i soccorsi e le autorità locali. Sul posto i carabinieri della compagnia di Seregno, gli agenti della Polfer ed i sanitari del 118. Dopo aver esposto l’accaduto alle forze dell’ordine, la ragazza è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale di Desio, dove è stata medicata dal personale sanitario. Nessuna conseguenza fisica grave, fortunatamente, è stata riscontrata nella vittima. Sul caso stanno investigando i carabinieri e gli agenti della polizia ferroviaria, sulle tracce del soggetto che come raccontano alcuni testimoni sarebbe fuggito a piedi. Sono in fase di analisi le immagini dei filmati delle videocamere di sorveglianza presenti in stazione.

Cristina Gauri

1 commento

Commenta