Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 3 set – Se non fosse che c’è quasi rimasto secco un uomo ci sarebbe quasi da ridere: un uomo ha offerto un kebab a un cittadino marocchino di 42 anni ma, al rifiuto di dargli anche la birra, si è trovato minacciato col coccio di una bottiglia.



Il marocchino dà di matto

Un uomo di 42 anni, un cittadino marocchino regolare in Italia ma con numerosi precedenti alle spalle, è stato arrestato giovedì sera dalla polizia a Milano. Le accuse? Resistenza a pubblico ufficiale e tentata rapina. L’arabo, infatti, ha completamente perso il senno e minacciato di morte un cittadino dopo aver dato di matto fuori da un kebab di viale Monte Ceneri.

Black Brain

Il panino “a scrocco”

Secondo quanto riferisce la Questura, il 42enne marocchino si è presentato nel locale verso le 21.30. Si è fatto capire dal proprietario del kebab, un cittadino turco, e ha elemosinato un po’ di cibo. L’uomo si è mosso a commozione e ha offerto al mendicante un panino che l’altro, prontamente, ha consumato all’interno del locale. Finita la cena scroccata, però, il marocchi, brandendo una bottiglia di birra vuota, ha chiesto al buon samaritano  di poter avere anche una birra, ricevendo un secco no. Ed ecco il momento in cui il mendicante ingrato ha ha spaccato la sua bottiglia e ha cercato di aggredire il proprietario del locale, che ha subito dato l’allarme al 112.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. sono gestore di locale pubblico da molti anni….
    e so da tempo come trattare questi roiti immondi:
    a legnate.

    appena vedono un dito si prendono il braccio e se ti rifiuti di ottemperare
    cominciano a insultare,minacciare e non di rado a picchiare.

    i primi anni cercavo di evitare problemi…
    chiamavo la polizia o li facevo andar via parlando,ma qualche volta sono stato lo stesso costretto a difendermi.

    poi la polizia ha cominciato a latitare,perchè questi marcioni sono
    INFINITI e te ne capita uno o due alla settimana,
    (e comunque non possono fargli niente,
    grazie alle leggi
    che hanno promulgato una nutrita torma di politici imbecilli che non saprebbero trovare il proprio sedere nemmeno se avessero quattro mani)

    questa situazione di stress costante stava cominciando a riperquotersi sulla mia salute,visto che andavo a cara infuriato quasi tre volte a settimana….
    fin quando all’ennesimo ubriacone rompiscatole cercarogna,mi sono reso conto che dovevo scegliere:
    o cambiavo mestiere,
    o trovavo il modo di liberarmi di questa feccia.

    è andata a finire che adesso ho una bella spranga sempre pronta,per gente come questa…la polizia non mi scomodo neanche più a chiamarla,e appena cominciano a rompere le scatole
    alzo le mani così in fretta che quasi non fanno nemmeno in tempo a capire che devono uscire MOLTO in fretta dal mio locale.

    paradossalmente,da quando ho smesso di evitare le rogne
    con questi schifosi….
    loro hanno cominciato ad evitare me.

    quindi che posso dire?
    purtroppo l’italia di oggi è diventata così,
    e quel gestore che oggi è (ancora) un uomo generoso disposto ad offrire del cibo ad uno che dice di aver fame….
    domani farà come me:
    gli offrirà nocche accelerate e legname compatto.

Commenta