Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 6 feb – La ricerca della verità. Come dovere, come ossessione, come parte fondamentale della propria esistenza. Luigi Di Stefano torna a parlare della Strage di Ustica, ad oltre quarant’anni da quell’abbattimento del Dc9 dell’Itavia che causò la morte di 81 persone. Perito di parte civile nel procedimento giudiziario per conto della compagnia aerea Itavia dal 1989 al 1999, Luigi Di Stefano venerdì 7 febbraio presenterà il suo ultimo libro, “Strage di Ustica, quaranta anni di verità nascoste” (Altaforte Edizioni) a Roma in via Napoleone III numero 8.

Un approccio scientifico scevro da letture ideologiche

Un’occasione per tentare di fare luce sugli innumerevoli misteri che da sempre avvolgono uno degli eventi più drammatici nell’Italia del dopoguerra. Con un approccio tecnico e scevro da letture ideologiche o politiche, che da trent’anni contraddistingue il lavoro di ricerca portato avanti da Luigi Di Stefano. “L’Affaire Ustica nel corso degli anni è diventato per l’opinione pubblica di incredibile complessità”, spiega l’autore del libro, “perché sono state realizzate decine (o centinaia) di «ricostruzioni» fatte pescando qua e là in documenti giudiziari, articoli di giornale, dichiarazioni più o meno fantasiose e via dicendo, per cui sono stati gli americani, sono stati i francesi, è stata la Nato, sono stati gli israeliani… ci manca solo che siano stati i marziani. Questo anche a causa dell’estrema indeterminatezza dell’inchiesta lunghissima, della «richiesta di rinvio a giudizio» di cinquemila pagine ma su cui il processo è finito in niente, del milione di fogli in archivio per arrivare a niente”.

Ospite, oltre a Di Stefano, la giornalista Chiara Giannini, corrispondente di guerra e autrice dell’ormai famoso libro intervista a Matteo Salvini edito sempre da Altaforte Edizioni.A moderare l’incontro ci sarà Valerio Benedetti, caporedattore del Primato Nazionale.

Davide Romano

2 Commenti

  1. Verità nascosta ???? non prendiamoci per il culo ….. sappiamo TUTTI com’ è andata !!!!
    come per il Cermis , caporale Lozano , e Amanda la puttanella
    ( ma , per amanda , gli inglesi ???? zitti ? strano …. mica hanno perso la guerra ….. )

    Ed è andata così anche a Milano , Piazza Fontana , Bologna , stazione ….. Brescia … lògia

    E basta ! sono stati LORO ! e lo sappiamo TUTTI !!!!! servono prove ???? NON a me !!!!!
    ai giudici anti-ITALIANI …… forse …… fossero persone per bene …. NO !

  2. Spieghiamo anche come può essere concepibile che nella nostra culla (sic!), patria del dritto-diritto, possano esserci due sentenze, una civile e una penale, che fanno a pugni!!

Commenta