Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 11 apr – Secondo il patron di Eataly Oscar Farinetti “il problema è il nome. Sentiamo patrimoniale e mettiamo mano alla pistola. Allora chiediamo a qualche creativo di cambiar nome e proseguiamo sulla strada più naturale e conveniente per noi”. Insomma, il popolo ha fame? Dategli il marketing (e prelevate i soldi dai conti!).

Farinetti: “Gli italiani popolo di risparmiatori”

Intervistato dal Fatto quotidiano, Farinetti tira fuori dalla manica l’asso che ci dovrebbe salvare dalla crisi economica derivante dall’emergenza coronavirus: “Noi abbiamo in banca, parlo di noi italiani, 4.117 miliardi di euro. Siamo risparmiatori fortissimi, tra i migliori al mondo. Abbiamo nelle nostre mani il 5,4% della ricchezza mondiale. Se contribuissimo alla ricostruzione versando il 2% di questa bella montagna di quattrini, manderemmo nelle casse dello Stato – una tantum – 82 miliardi di euro. Una cifra rispettabile con la quale possiamo sfangarla e ripartire. Chi ha 500 mila euro in banca mette 10 mila euro. Chi ne ha 5 mila mette cento euro. È troppo?”

“Come Amato nel ’92”

E questo prelievo che suggerisce Farinetti ha tutta l’aria di essere forzoso, “un po’ come fece Giuliano Amato nel 1992”, dice lui stesso. “Troviamo i modi migliori, il nome più suadente per dire patrimoniale, ma dev’esserci una norma che ci obblighi. Gli italiani sanno essere generosi. Sanno fare la loro parte. Comunque sono certo che quando questa storia finirà ci sarà un grande rimbalzo nell’economia, come nel Dopoguerra. L’unica preoccupazione è quando questo cavolo di vaccino sarà pronto”. Inutile puntualizzare che non si tratta di generosità quando è un prelievo forzoso.

Farinetti come le Sardine

Bé, sebbene grande, forse quella è l’unica preoccupazione per un milionario come Farinetti, noi – l’esercito degli italiani a partita iva, in cassa integrazione, in nero – ci preoccupiamo di arrivare a fine mese senza che nessuno ci venga pescare nelle tasche già svuotate dal collasso economico generato dal coronavirus. A differenza di Farinetti, la stragrande maggioranza degli italiani non con ha investito in azioni, titoli, e compagnia bella: vive di quello che ha in banca. Ed è un concetto che non pare essere ben compreso nemmeno dalle Sardine che, freschi dei loro studi Erasmus pagati dai soldi di papà (e tenuti in palmo di mano da chi loda questi “esperti” solo perché, in fondo, li invidia e gli delega il pensare) anche loro invocano la patrimoniale. E questa, signori, è la sinistra del futuro.

Ilaria Paoletti

11 Commenti

  1. qualcuno spieghi allo slow brain farinetti che all’indomani dell’amato ladro
    migliaia di miliardi si sono letteramente VOLATILIZZATI dalle banche di tutta italia,
    causano un danno all’erario italiano un danno DECINE di volte superiore all’introito
    del furto,negli anni successivi…
    nonchè un colpo quasi mortale alla fiducia che il cittadino riponeva nelle banche italiane,
    e che a distanza di oltre 27 anni dai fatti ancora non è stato metabolizzato..
    e tanto meno dimenticato.

    questo dovrebbe aver fatto capire anche ai più ottusi
    imbecilli,che uno stato NON DEVE RUBARE,
    e che le banche DEVONO PROTEGGERE I RISPARMIATORI DA TUTTI,i ladri…
    compresi quelli di stato.

    ma è evidente che sono troppo generoso,nei miei giudizi:
    c’è sempre qualcuno che non ci arriva,eh?

  2. Sto coglione targato PD somiglia a Ricky Gianco, stessa faccia, stessa poca intelligenza, stesse malsane idee politiche. Ricky Gianco però canta e compone bene.

  3. Farinetti non è un milionario, è un pezzente che lavora con i soldi altrui (bancari), oltretutto malamente perché distribuisce i prodotti alimentari in modo non trasparente al fine di rialzare i prezzi… E la clientela non è scema, per cui fatica. La banca, come sempre, utilizza incompetenti per non essere posta in discussione. Provate ad indovinare quale è la banca!

  4. Caro fariniello amicone di Renzi, io per esempio sono così povero che il conto corrente manco ce l’ho più.. Quindi qualsiasi aliquota moltiplicata per zero fa.. ZERO! Che sarà il prelievo fiscale nei miei confronti… TIE’

  5. Farinetti evidentemente non capisce o fà finta di non capire nulla di economia.Possibile che non abbia mai sentito parlare di Keynes e di spesa pubblica finanziata dallo stato e non da banche private che oggi creano a costo zero ed in forma privata il denaro con cui indebitano e depredano gli stati?

  6. Non capisco perche’ la soluzione di procedere facendo acquistare agli Italiani che hanno un ingente risparmio privato titoli garantiti dallo stato che ci renderebbe immuni in futuro da speculazioni vari non venga applicata mandando a quel paese investitori vari, inviterei nel frattempo una campagna intensa dal titolo: mangia Italiano,vesti Italiano,consuma Italiano, insomma sostieni mercato interno,sarebbe un occasione forse di ritorno di molte aziende delocalizzate,o sbaglio ??

  7. se ci fossero i minibot io sarei IL PRIMO a prenderli:
    anche solo per la soddisfazione di mandare a fare in kulo tutto il nord europa
    lo farei:
    e se me li danno anche senza commissioni,di piccolo taglio e al portatore in modo che io possa usarli in sostituzione della valuta…
    e con una rendita intorno al 2% annuo?

    io credo che se li fanno a queste condizioni la popolazione ci si fionderebbero sopra con una rapacità tale,che li terminerebbero BEN prima di esaurire la domanda…
    perfino se dovessero incorporare oltre ai cinque o seicento miliardi di euro necessari per tirarci fuori questa crisi,
    ANCHE i 480 miliardi della quota del debito pubblico in scadenza entro quest’anno,trasformando un debito in una ulteriore trasfusione di liquidità al paese reale:

    e i tassi di interesse che dovrà pagare lo stato,potrà comunque differirli emettendone degli altri alla scadenza…
    ma comunque sia RESTERANNO nelle mani dei cittadini italiani.
    quindi saranno una partita di giro a somma zero,nel giro di due o tre anni…
    perchè verranno comunque spesi,investiti,risparmiati qui da noi anziche in altri paesi.
    e genereranno ricchezza QUI,attraverso il ritorno di investimenti,irpef,iva…
    o tasse sui depositi bancari.

    PERCHE’ SI OSTINANO a NON FARLI?

    da chi prendono ordini?

  8. Usciamo dall’isolamento e uniamoci in una voce comune, la divisione ci sta ammazzando! Un importante tentativo in questo senso è stato messo in campo da Mauro Scardovelli di Unialeph.it. Vi aspetto lì, anche oggi alle 10 ci sarà un altro live sia su youtube che FB come da circa un mese a questa parte. Lavoro individuale in parallelo con quello collettivo, come dentro così fuori! Grazie!

  9. dite a Farinetti che il prelievo forzoso o la patrimoniale c’é già, tipo quando ti arriva la fattura dell’energia elettrica e c’é scritto 52 euro di consumo e 72 euro di tasse occulte.

Commenta