Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 set – “Getti i rifiuti in questo parco? La tua spazzatura tornerà da te a perseguitarti”. Non è un inquietante messaggio da film horror, dove gli oggetti inanimati a un certo punto prendono vita. E’ quanto si legge sul biglietto appositamente scritto dai gestori del Khao Yai, popolare parco thailandese vicino a Bangkok. E’ indirizzato ai turisti in particolare, ma in in generale a tutti coloro che avranno la malsana idea di abbandonare cartacce, oggetti di plastica, lattine e paccottiglia varia nell’area verde in questione. Come riportato dalla Bbc, il ministro thailandese dell’Ambiente, Varawut Silpa-archa, ha rilanciato l’iniziativa sulla propria pagina Facebook pubblicando un cumulo di rifiuti già impacchettati e pronti per essere spediti all’incivile della situazione. “Hai dimenticato questo”, c’è scritto sulla busta.

Cinque anni di carcere per gli incivili

Un’iniziativa dei gestori del parco che dunque è piaciuta al governo della Thailandia, che ha voluto condividerla così. Oltretutto viene ricordato che gettare rifiuti in quest’area protetta è punibile con cinque anni di galera nonché multe salatissime, severe sanzioni dovute anche al fatto che la spazzatura potrebbe essere molto dannosa anche per gli animali che vivono in questo piccolo polmone verde. Piccolo si fa per dire, visto che parliamo di 2mila chilometri quadrati che costituiscono il più antico parco della Thailandia, famoso per le sue cascate e i suoi notevoli paesaggi.

Possibile però che le autorità riescano ad applicare questa misura anti-inquinamento? Assolutamente sì, perché coloro che intendono visitare il parco sono obbligati a registrarsi all’ingresso lasciando anche il proprio indirizzo di casa. “Facciamo tutto per rendere la visita il più piacevole possibile – ha spiegato il ministro dell’Ambiente alla stampa thailandese – i turisti che vengono qui devono solo godere di questa meravigliosa natura. Non vogliamo che ci ringrazino lasciandoci in cambio mucchi di spazzatura”. Di conseguenza “chiediamo gentilmente ad ogni turista di mettere l’immondizia negli appositi bidoni, perché quello che lasciano in giro può uccidere gli animali selvatici che si aggirano nell’area in cerca di cibo”.

Eugenio Palazzini

1 commento

Commenta