Atene, 10 nov – Dopo l’omicidio di Giorgos e Manolis, i due militanti uccisi da un commando terroristico antifascista, Alba Dorata ha sorpreso tutti predicando la calma ed evitando di lanciare accuse affrettate. L’escalation violenta che molti speravano, forse a cominciare dagli assassini stessi, non si è per fortuna concretizzata. Ci sono altri modi, tuttavia, con cui il movimento ha deciso di ricordare i due militanti uccisi. Per esempio intensificando le azioni di sostegno sociale al popolo greco strangolato dalle misure imposte dalla troika. E’ così che ieri, ad Atene e Salonicco, migliaia di greci hanno ricevuto beni alimentari direttamente dalle mani dei militanti di di Alba Dorata. L’azione è stata dedicata a Giorgos e Manlis mentre l’acquisto di cibo – dopo la sospensione dei finanziamenti statali al partito – è stato effettuato esclusivamente attingendo dagli stipendi dei parlamentari.

 

Atene

atene1

 

 

 

 

 

 

 

atene3

 

 

 

 

 

 

 

 

atene4

 

 

 

 

 

 

 

 

atene2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Salonicco

salonicco1

 

 

 

 

 

 

 

salonicco2

 

 

 

 

 

 

 

 

salonicco3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

salonicco 5

 

 

 

 

 

 

 

salonicco4

 

 

 

 

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta