Il Primato Nazionale mensile in edicola

Tirana, 26 nov – Sale il bilancio delle vittime del terremoto in Albania. Almeno 18 persone hanno perso la vita a causa del sisma di magnitudo 6.5 che durante la notte ha colpito la costa settentrionale, vicino Durazzo. Un’altra scossa di terremoto – la quinta, di magnitudo 4.8 – ha colpito questa mattina alle 8:27 la regione. L’epicentro del nuovo sisma è stato rilevato a 21 km a sudovest di Mamurras, con ipocentro a 10 km di profondità. Intanto, il ministro della Difesa albanese, Olta Xhacka, ha detto che finora si sono registrate nella zona oltre 100 scosse di assestamento.

Sale il numero delle vittime

A Kurbin un uomo è morto dopo essersi gettato dal balcone per tentare di mettersi in salvo, mentre un altro è rimasto ucciso dopo aver perso il controllo del suo veicolo a causa delle scosse. A Lezha, nel nordovest, ci sarebbero altre due vittime. I corpi di due donne sono invece stati ritrovati nel villaggio di Thumane, uno dei più colpiti dalla forte scossa di terremoto. Nella zona balneare di Durazzo un albergo è crollato uccidendo almeno quattro persone. Si tratta dell’hotel quattro stelle Vila Palma, di tre piani. Tra le vittime ci sono due donne confermate oltre, secondo i media locali, ad un anziano e a suo nipote adolescente. Un secondo hotel è crollato nella zona della spiaggia di Durazzo. I feriti sono oltre 600, molti dei quali ricoverati negli ospedali di Durazzo e Tirana. Gli operatori del soccorso hanno detto di aver ricevuto, ad ora, circa 400 richieste di intervento. Le autorità albanesi hanno deciso di chiudere tutte le scuole a Tirana, Durazzo e Lezhe. I media locali riferiscono che in diverse città è saltata la corrente e i soccorritori sono al lavoro per segnalazioni di edifici crollati. Le persone tratte in salvo dalle macerie di alcuni palazzi e abitazioni crollati, sarebbero 41.

L’annuncio del premier albanese: “Dall’Italia partiti i primi aiuti”

Dall’Italia sono partiti i primi aiuti. Il premier Conte ha inviato aerei con delle unità speciali“, lo ha annunciato su Twitter il premier albanese Edi Rama. Anche la Grecia ha inviato aerei, ha aggiunto il premier, sottolineando che anche il presidente francese Emmanuel Macron e quello turco Recep Tayyip Erdogan hanno dato la loro disponibilità ad assistere il Paese. Dal Kosovo intanto sono partite le unità del genio. “Tutti gli amici dell’Albania si stanno attivando rapidamente”, ha concluso Rama. Il presidente del Parlamento Ue David Sassoli ha espresso “fraterna vicinanza al popolo e allo Stato di Albania duramente provati dal gravissimo terremoto di questa notte. L’Europa al vostro fianco c’è. E ci sarà”.

Scossa avvertita chiaramente anche in Italia

La scossa è stata avvertita chiaramente anche in Puglia e Basilicata, ma ci sono segnalazioni anche in Campania e Abruzzo. La protezione civile italiana conferma che la scossa sia stata avvertita distintamente su buona parte della cosa adriatica. Forti scosse sono state avvertite anche in Bosnia e in Grecia.

Adolfo Spezzaferro

2 Commenti

Commenta