Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 21 dic – Torna l’incubo terrorismo, stavolta in Australia, e per la precisione a Melbourne, dove un Suv è piombata sulla folla, nel centro città, colpendo almeno 20 persone. La polizia locale, attraverso il suo portavoce Creina O’Grady, ha confermato l’arresto del conducente dell’auto, poi, in un comunicato diffuso via internet hanno confermato anche l’arresto di un secondo uomo. Le immagini dell’Herald Sun mostrano un uomo di carnagione scura, con i capelli neri e una barba lunga, in ginocchio e in manette. Ma la situazione rimane poco chiara e le autorità non danno cifre ufficiali sulle persone coinvolte ed eventualmente ferite, né ci sono indicazioni che l’incidente sia collegato al terrorismo.



Le immagini mostrate dai media locali, mostrano diversi passanti distesi a terra vicino a un grande veicolo bianco. Un testimone ha detto alla stazione radio locale 3AW che l’auto “ha falciato tutti, le persone volavano dappertutto”. Un altro passante ha riferito che “l’incidente sarà durato circa 15 secondi”. “L’auto è passata con il rosso a tutta velocità e poi è stato solo bang, bang, bang. Uno dopo l’altro. C’erano persone stese a terra ed altre che cercavano di aiutarle. Un caos”. La polizia ha chiesto a tutti di evitare l’area. In gravi condizioni anche un bambino, che è stato colpito alla testa e si trova in gravi condizioni.

Black Brain

Melbourne in giugno è stata teatro di un attacco dell’Isis, quando un uomo ha ucciso il portiere di un complesso di appartamenti e si è barricato con un ostaggio una donna. Nel corso dell’irruzione delle forze speciali l’attentatore è ucciso dopo aver ferito tre poliziotti con un’arma da fuoco. L’ISIS ha rivendicato la responsabilità. Il 20 gennaio, invece, c’è stato un altro attacco con automobile, sempre nei pressi di Flinders Street che ha provocato quattro morti. Arrestato il 26enne Dimitrious Gargasoulas, per la polizia non si è trattato di terrorismo.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta