Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 7 gen – Quella del Marocco è un’economia ancora basata sull’agricoltura, di conseguenza la il suo sviluppo è fortemente influenzato dalle condizioni metereologiche, con piogge o siccità capaci di fare la differenza tra crescita o recessione. Il governo non è però rimasto inattivo e ha fatto molto per trasformare questo paese in una realtà manifatturiera: la trasformazione è avvenuta puntando su due settori-chiave quali l’automobilistico e l’aerospaziale.

Automotive e indotto

Da diversi anni in Marocco Renault e Psa-Peugeot hanno investito nella produzione di impianti per la produzione di automobili la cui produzione ha raggiunto la soglia delle 400mila auto nel 2018 e per il 2020 si prevede di portare questa produzione a 500mila unità.
Ciò che conta è il fatto che la produzione di automobili non si limiti all’assemblaggio di componenti ma anche alla produzione degli stessi, creando così un indotto che permette di avere importanti ricadute sull’economia. A tale proposito è importante notare come tra il 2017 e il 2018 il settore automobilistico abbia creato 117mila posti di lavoro diretti, un risultato che ha superato tutte le aspettative.

L’aerospaziale del Marocco

Ancora più notevole è la crescita del settore aerospaziale che conta al momento la presenza di 140 compagnie ma che il governo punta a portare a 220 nei prossimi undici anni. Questo settore e’ quello che ha avuto lo sviluppo maggiore, tant’è che nel 2018 il suo tasso di crescita era del 18% con un fatturato di 1,2 miliardi di dollari e occupava 15mila persone. Adesso il governo ha lanciato un piano di accelerazione industriale con lo scopo di far crescere ulteriormente il comparto e creare quasi 10mila posti di lavoro aggiuntivi.
Un esempio di come l’industria aerospaziale in Marocco sia diventata altamente sofisticata è il cosiddetto “ecosistema Boeing”, un termine che indica il complesso di industrie che fabbricano e forniscono componenti alla multinazionale statunitense. Visto che questi lavori richiedono lavoratori altamente qualificati la Boeing, assieme ad istituti specializzati, si impegna a fornire la formazione necessaria così da assicurarsi che questi lavoratori possano raggiungere gli alti standard richiesti.
Al momento queste industrie aerospaziali sono presenti nelle aree industriali di Casablanca nonchè in altri posti quali Tangeri, Kenitra, Oujda e Salè e si occupano della costruzione di motori e sistemi elettrici ed elettronici, assemblaggio di componenti, progettazione e manutenzione. La qualità da esse raggiunte ha fatto sì che il Marocco sia nella lista dei cinque paesi più appetibili come destinazione per gli investimenti nel settore.
Giuseppe De Santis

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta