Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 mar – Buona parte della stampa italiana sembra non essersene accorta, affannata com’è nella strenua difesa del presidente Usa che ha sconfitto il nemico Trump. Ma le parole di Joe Biden sono davvero senza precedenti e hanno innescato una miccia pericolosa.

Parole di Biden, il Cremlino: “Molto male, senza precedenti”

“Molto male”, commenta il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. “Non ci sono state dichiarazioni simili a queste nella storia delle relazioni fra la Russia e gli Usa”, sottolinea Peskov, come riportato dall’agenzia russa Tass.

Quindi adesso cosa farà Mosca? Come replica al j’accuse di Biden? Stando sempre a quanto dichiarato dal portavoce del Cremlino, la Russia ha intenzione di rivalutare il suo approccio alle relazioni con gli Stati Uniti. “Il nostro approccio sarà analizzato nel prossimo periodo, anche nelle consultazioni con il nostro ambasciatore, che è stato invitato a Mosca”, spiega Peskov.

La Russia richiama l’ambasciatore 

L’ambasciatore russo negli Usa, Anatoli Antonov, è stato convocato a Mosca per consultazioni e lascerà Washington tra due giorni. La Russia ha dunque deciso di richiamare il proprio diplomatico subito dopo l’intervista di Biden, in cui il leader della Casa Bianca definisce “un killer” il presidente russo Vladimir Putin. “Il 20 marzo l’ambasciatore di Russia presso gli Stati Uniti Anatoli Antonov lascerà Mosca per consultazioni”, precisa l’ambasciata russa. Precisando che il diplomatico discuterà “dei modi per correggere i rapporti tra Russia e Usa, che sono in crisi” e che di fatto “certe dichiarazioni sconsiderate di alti funzionari statunitensi hanno messo le relazioni già eccessivamente conflittuali sotto la minaccia del collasso“.

Cautela russa

La Russia mostra comunque una certa cautela. Se Putin non ha fatto pervenire sinora una replica diretta all’attacco di Biden, Peskov evita di sbilanciarsi troppo. A una domanda su come le dichiarazioni del presidente Usa potrebbero influenzare le relazioni bilaterali tra Washington e Mosca, il portavoce del Cremlino risponde lapidario: “E’ perfettamente chiaro come”. Sta di fatto che secondo Peskov, con certe affermazioni Biden ha dimostrato che sicuramente non ha intenzione di migliorare i rapporti con la Russia.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Evidentemente una espressione di bontà e apertura democratiche, in contrasto con la cattiveria e chiusura di Trump. Quali pessime sorprese ci riserverà questa mummia in futuro?

Commenta