210347112-db5d890b-6436-4d2c-9874-9e9690263ceeBruxelles, 23 nov. – I blitz di questa notte a Bruxelles sono durati più di quattro ore, 16 le persone arrestate ma nelle perquisizioni non sono state trovate armi o esplosivi. Ma soprattutto non è stato trovato l’ultimo degli attentatori di Parigi, il fuggitivo Salah Abdeslam. Resta dunque massima l’allerta nella capitale belga, con scuole e metropolitane chiuse anche oggi.

Nel blitz di ieri c’è stata anche una sparatoria, con un persona rimasta ferita al termine di un conflitto a fuoco con la polizia. Le perquisizioni nella notte hanno riguardato le zone con la più alta densità di abitanti di religione musulmana, come Etterbeek, Molenbeek, Jette, Anderlecht, Forest e Woluwe. Alcune operazioni sono state svolte anche a sud di Bruxelles, tra Charleroi e Liegi.

Nei fatti la situazione non è particolarmente diversa da quella vissuta in questi ultimi giorni, come confermano le stringatissime dichiarazioni della Procura federale, in cui i dettagli non vengono praticamente comunicati allo scopo di “non danneggiare un’inchiesta ancora in corso”. Non emergono informazioni nemmeno rispetto all’identità delle 16 persone arrestate, mentre le autorità hanno confermato che Salah Abdeslam era stato momentaneamente intercettato a Liegi ma che è riuscito ugualmente a fuggire a bordo di un’auto.

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here