Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 22 dic – La principessa del Kent, Marie Christine von Reibnitz, originaria della Repubblica Ceca e moglie di Michael cugino della regina Elisabetta, si è presentata al pranzo prenatalizio a Buckingham Palace con un particolare gioiello sul vestito, raffigurante un uomo nero con corona e vestito dorati. Si tratta di un genere di oggetto che in Inghilterra viene chiamato “Blackamoor”, immagini o sculture di servi o schiavi neri, particolarmente in voga nell’arte europea di epoca coloniale.



Apriti cielo, sui social si è scatenata subito una bufera. “Di cattivo gusto”, “Disgustoso”, “Vergognoso”, “Deliberatamente offensivo nei confronti di Meghan”. Il riferimento evidente è alla promessa sposa del principe Harry, già a sua volta nella bufera per aver indossato a una festa un uniforme nazista. Meghan Markle ha origini afro-americane, è infatti di madre nera e padre bianco, di conseguenza secondo gli infuriati commentatori della vicenda, il gesto della principessa del Kent sarebbe di stampo razzista, una chiara provocazione indecorosa.

Addirittura qualcuno ha chiesto alla sovrana di Inghilterra di “bandire la principessa razzista, una donna orribile”. Non è la prima volta che Marie Christine von Reibnitz si ritrova accusata di razzismo, nel 2004 in un ristorante di New York si rivolse così a dei clienti neri troppo rumorosi: “Tornatevene nelle colonie”.

Eugenio Palazzini



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Benissimo, noi italiani porteremo la spilla dei sudditi, schiavi,tartassati ed umiliati ominidi bianchi vessati da queste pseudo istituzioni che ci umiliano ogni giorno…..vergogna…… Inoltre ricordiamo agli ignoranti inglesi che il colonialismo ha lasciato anche aree di commercio e sviluppo…..non esiste medicina per la vastissima ignoranza dei radical-chic- sorosiani.

Commenta