Il Primato Nazionale mensile in edicola

Kabul, 16 ago — Una marea umana all’aeroporto di Kabul: è quella che si è presentata ieri dopo che la bandiera dei talebani è tornata a sventolare sul palazzo presidenziale della città. L’Afghanistan è riconquistato, dopo venti anni ritorna l’emirato islamico. La capitale è caduta dopo una drammatica giornata di Ferragosto, segnando il ritorno del Paese nelle mani dei jihadisti.



Nonostante i portavoce talebani abbiano promesso moderazione, Kabul è nel caos: la popolazione in fuga si è riversata nelle strade ora completamente bloccate. E se nel frattempo in queste ore i Paesi occidentali sono occupati nell’evacuazione di quei cittadini rimasti su suolo afgano, sono moltissimi i numerosi residenti diretti disperatamente verso l’aeroporto nel tentativo di lasciare il Paese, ora di nuovo in mano ai talebani.

L’impressionante video all’aeroporto di Kabul

Impressionanti i video diffusi in rete, di cui uno pubblicato dall’agenzia Tolo news e diventato immediatamente virale, dove vengono ripresi centinaia gli afgani in corsa sulle piste dell’aeroporto, cercando di salire a bordo degli aerei in partenza. Nel tentativo di ripristinare l’ordine le truppe Usa hanno sparato colpi in aria all’aeroporto. Tutti i voli commerciali sono stati sospesi, proprio per evitare ulteriori disordini. Sono almeno 5 le vittime del caos all’aeroporto, probabilmente schiacciate dalla calca provocata dalla fuga di massa dei residenti.

 

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta