Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 dic – Sprofondo rosso nel Regno Unito. Jeremy Corbyn ha inizialmente ammesso “il deludente risultato” elettorale, anticipando che non sarà più lui a capo del Partito laburista “alle prossime elezioni” tra cinque anni e che lo guiderà “in una fase di riflessione” sull’esito del voto, restando comunque in Parlamento. Una fase di riflessione che deve però aver subito un’improvvisa accelerata, visto che oggi Corbyn ha annunciato che si dimetterà a inizio 2020. Rispondendo a una domanda specifica, il leader laburista ha infatti affermato che “il comitato nazionale esecutivo (Nec) si riunirà nel prossimo futuro e deciderà”. Specificando che “sarà al principio dell’anno prossimo”. Questione di un mese dunque, dopodiché Corbyn getterà definitivamente la spugna.

Fine di un’altra icona

L’ennesima icona della sinistra correct è stata d’altronde asfaltata dagli elettori, che hanno mostrato ancora una volta di avere idee del tutto diverse da quelle sbandierate come buone e giuste dalla grancassa mediatica. E dire che quest’ultima ci ha provato in tutti i modi a far cambiare idea ai cittadini britannici sulla Brexit, nonostante un referendum che avrebbe dovuto da tempo assecondarne il volere. Adesso comunque la strenua opposizione dei filo-Ue sembra davvero giunta al capolinea.

Brexit “entro il 31 gennaio”

Boris Johnson, nell’odierno discorso di vittoria davanti a Downing Street, non ha esitato a definire il voto “un mandato per la Brexit, che noi onoreremo entro il 31 gennaio”. Il leader Tory ha ringraziato gli elettori, in particolare quelli che nei collegi non avevano mai votato il suo partito “in 100 anni” e si è impegnato a “lavorare senza risparmio” anche su altri temi cruciali per la Gran Bretagna: un programma sulla sanità e sulla sicurezza, nonché per scrivere la parola “fine all’austerità”.

Alessandro Della Guglia

3 Commenti

  1. Se Fusaro consente, adottiamo Corbyn che dimettendosi mi pare molto più uomo di certi sinistri che abbiamo qua. Tra il serio ed il faceto….