Londra, 20 mar – Il Primo Ministro britannico Boris Johnson ha esortato i cittadini a interrompere gli acquisti di massa che si sono visti nelle ultime ore, affermando che non vi è alcun motivo per cui i supermercati dovrebbero essere vuoti. Johnson chiede ai britannici di “essere ragionevoli nel fare la spesa ed essere rispettosi degli altri”.



L’iniziativa di Marks & Spencer

Marks & Spencer, una delle più grandi catene di supermercati del Regno Unito, ha rilasciato una dichiarazione in cui sostiene che riserverà un'”ora speciale” per chi lavora nel servizio sanitario nazionale e gli operatori di emergenza, insieme ai clienti “vulnerabili” (ovvero anziani e disabili) per la prima ora di apertura, in alcuni giorni specifici.

La storia dell’infermiera Dawn

A muovere a “compassione” e invitare alla riflessione è stata sicuramente la storia dell’infermiera Dawn Bilbrough, che non è stata in grado di acquistare alimenti di base dopo aver terminato turno di 48 ore. La Bilbrough ha diffuso un appello su Facebook: “Sono un’infermiera di terapia intensiva e ho appena finito 48 ore di lavoro e volevo solo avere delle cose per le prossime 48 ore” dice Dawn in un video. “Non c’è frutta, non c’è verdura e non so proprio come dovrei rimanere in salute. A quelle persone che stanno svuotando gli scaffali dico che vi dovete fermare” insiste la Bilbrough “perché sono persone come me che si prenderanno cura di voi quando ci sarà bisogno!”.

Do it for Dawn

Grazie a un post su Facebook, Dawn ha risvegliato le coscienze degli inglesi, e sempre grazie a lei si è diffuso sui social l’hashtag #doitfordawn, che stimola i cittadini di Sua Maestà a non fare razzie nei supermarket, cercando di pensare anche a chi ha più bisogno o a chi in questi momenti è impegnato nella “linea di fuoco” nella lotta al coronavirus.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta