Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 20 apr – Gli americani – sostenuti dal presidente Donald Trump – scendono in piazza per protestare contro le misure anti contagio troppo restrittive da parte dei governatori. A centinaia si sono riversati nelle strade in almeno quattro città degli Stati Uniti per chiedere la fine della serrata generale, del lockdown, e tornare alla vita normale. Dalla California al Minnesota, i cittadini hanno inneggiato a Trump chiedendo ai governatori democratici di riaprire le città. “Queste persone adorano il nostro Paese. Vogliono tornare al lavoro“, ha dichiarato Trump domenica sera dopo una giornata all’insegna delle proteste. Il presidente Usa ha esortato i cittadini a “liberare” i tre Stati guidati dai governatori dem – Minnesota, Michigan, Virginia -, accusati di aver adottato misure troppo restrittive per fronteggiare l’epidemia di coronavirus. Trump ha accusato anche il governatore di New York Andrew Cuomo: “Dovrebbe passare più tempo a fare invece che a lamentarsi“.

Per i manifestanti gli allarmismi sono più pericolosi del virus

Trump da giorni ha lanciato la sua campagna per “riaprire l’America” e rilanciare l’economia, ma sul fronte dell’emergenza sanitaria, le chiusure così come le misure di contenimento e di distanziamento sociale sono state imposte dai singoli governatori. Questo spiega lo scontro con l’amministrazione centrale. Dal canto loro, i manifestanti condannano gli allarmismi dei governatori e sostengono che la chiusura delle attività commerciali e produttive e il restare a casa senza lavorare (in un mese 22 milioni di cittadini Usa hanno chiesto il sussidio di disoccupazione) siano più pericolosi del virus stesso. In effetti, gran parte dei partecipanti alle proteste era senza mascherina e non ha rispettato il distanziamento sociale. Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito dalla pandemia, con 760mila contagi e oltre 40 mila vittime. La città dove si registra la maggiore diffusione dell’epidemia di Covid-19 è New York, con oltre 14mila vittime già registrate.

Le foto delle manifestazioni

Ludovica Colli

1 commento

Commenta